lunedì 29 dicembre 2014

RAVIOLI SALMONE E ARANCIA




E’ bello girare tra i blog perché puoi trovare sempre l’ispirazione e quando mi sono imbattuta nel suo blog mi sono letteralmente innamorata dei suoi ravioli. Io vi ho apportato qualche modifica ma fondamentalmente ho seguito le sue indicazioni.

Per la pasta
350 GR FARINA
50 GR SEMOLA
4 UOVA
SALE
ACQUA Q.B.

Per il ripieno
250 GR RICOTTA
BUCCIA 1 ARANCIA
300 GR SALMONE pulito (lei non lo mette)
SALE, PEPE


Pr la salsa
SUCCO DUE ARANCE
ERBA CIPOLLINA (lei li mette nel ripieno)
1 PRESA ZAFFERANO
40 GR BURRO
1 CUCCHIAIO AMIDO DI MAIS
SEMI DI PAPAVERO BLU


Creare la fontana con la farina e poi impastare insieme alle uova e a un pizzico di sale. Aggiungere qualche cucchiaio di acqua tiepida all’occorrenza fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Avvolgerlo nella pellicola e lasciare riposare almeno un’ora.
Intanto preparare il ripieno: prendere il salmone e cuocerlo in padella con solo un filo di olio a padella coperta.
Intanto in una ciotola unire la ricotta, la scorza delle arance, un pizzico di sale e pepe e poi unire il salmone cotto e sbriciolato con la forchetta e privato della pelle.
Amalgamare bene e tenere da parte.
Tirare la sfoglia e poi creare i ravioli farcendoli con il composto di salmone.
Nel frattempo preparare il sugo: spremere le arance e mettere il succo in un pentolino.
Unire insieme il burro e l’amido con le mani e poi unirlo al succo d’arancia e allo zafferano e lasciare sobbollire qualche minuto finché si rapprenda un pochino.
Lessare i ravioli in abbondante acqua salata poi mantecarli nel sugo e spolverizzare di erba cipollina tritata finemente e semi di papavero blu. Servire subito.

Follow this story on Steller!

sabato 27 dicembre 2014

BISCOTTI CIOCCOLATO MARRON GLACEES


Ammettete che nei vostri cesti avete trovato dei marron glacès?! Se siete riusciti a non finire subito la scatola vi consiglio di fare questi biscotti che diventano un’ottima e golosa colazione ma anche un predessert  adatto ancora a queste cene di festa.


250 GR FARINA
120 BURRO
75 GR ZUCCHERO
1 UOVO
PRESA DI CANNELLA
125 GR MARRON GLACES
150 GR CREMA DI CIOCCOLATO (io nocciolata Rigoni di Asiago)


Setacciare la farina con la cannella e poi impastare con l’uovo, il burro ammorbidito e lo zucchero.
Avvolgere l’impasto in una pellicola e lasciare riposare per almeno una ora.
Trascorso il tempo con una formina ricavare dei cerchi di cui la metà praticare un foro o stellina al centro.
Farcire il primo dischetto con la crema di cioccolato, disporre qualche pezzetto di marron glacès tritati finemente a coltello e sovrapporre con il secondo dischetto.
Cuocere a 180 gradi per 20 minuti circa.

giovedì 25 dicembre 2014

martedì 23 dicembre 2014

ALBERELLO DI NATALE

CON TUTTO IL CUORE

BUON NATALE


Lo so che state preparando il vostro menù di Natale, io invece sono in viaggio per una delle destinazioni gourmet più affascinanti...Parigi.
Non posso che lasciarvi un'ultima idea per la vostra tavola e augurarvi buone feste con tutto il cuore!

250 GR CIOCCOLATO FONDENTE
50 ML PANNA
FRUTTA DISIDRATA O SECCA a piacere

Scaldare la panna fino quasi a ebollizione e poi far sciogliere il cioccolato pian piano a bagnomaria.
Versare il cioccolato sciolto in coppapasta cilindrici di varie dimensioni e far raffreddare in frigo.
Facendo molta attenzione al calore delle mani, velocemente, sovrapporre i dischi uno sull'altro; se non aderissero bene scaldare leggermente con il cannello la superficie di un disco.
Formare così un alberello e finire di decorare con frutta secca i bordi esterni.



domenica 21 dicembre 2014

CREME PER PANETTONI E PANDORI

Ormai mancano pochissimi giorni alle grandi cene e se siete stanchi di cucinare non vi resta che proporre un ottimo panettone artigianale accompagnato da una crema deliziosa e farete contenti tutti con il minimo sforzo!.
Io ve ne propongo tre classiche con cui sbizzarrirvi:  chantilly, mascarpone e arancio e alla cioccolata e nocciole.




250 ML PANNA
50 ZUCCHERO A VELO
CANNELLA

Versate la panna in un contenitore alto e stretto e montatela con uno sbattitore; appena la panna sarà soda aggiungere lo zucchero a velo e la cannella.


250 GR MASCARPONE
2 TUORLI
130 GR ZUCCHERO
BUCCIA DI UN ARANCIO GRATTATO

Montare i rossi d’uovo con lo zucchero fino a far diventare il composto bello gonfio.
 Unire il mascarpone e continuare ad amalgamare lentamente senza smontare il composto e poi grattare l’arancio,


150 GR NOCCIOLE
4 CUCCHIAI MIELE
2 CUCCHIAI CACAO
200 ML PANNA

Tostare le nocciole e poi frullarle con il miele e il cacao fino ad ottenere una crema omogenea.
Unire poi la crema alla panna montata e servire con ulteriori nocciole tostate

venerdì 19 dicembre 2014

CROQUEMBOUCHE


Una volta si era soliti preparare pranzi sontuosi in occasione delle feste dove la scenografia ovviamente era più importante del gusto; oggi i tempi si sono dimezzati per chi lavora ma, spesso, in occasione del Natale, tutti han voglia di dimostrare la propria bravura in cucina e di far bella figura.
Il croquembouche rimane come allora uno dei dolci più scenografici in assoluto, di una bontà “contagiosa”. Ovviamente potete scegliere di farvi i bignè di pasta choux in casa oppure, se volete velocizzare, comprarli già fatti (quelli buoni però)!


Per il ripieno
250 ML PANNA DA MONTARE
100 GR CIOCCOLATO FONDENTE
2 CUCCHIAI UCCHERO A VELO

Per il caramello
200 GR ZUCCHERO
SUCCO ½ LIMONE

 100 GR BIGNE’ PRONTI


Preparate con l’aiuto di un cartoncino un cono dell’altezza desiderata, l’importante che sia solido e che dovrà appoggiare sul piatto prescelto.
Far fondere a bagnomaria il cioccolato e a parte montare la panna con lo zucchero a velo.
Appena il cioccolato si è sciolto e raffreddato un pochino unirli insieme e mescolare.
Mettere la crema al cioccolato in un sac à poche con la bocchetta lunga e stretta e poi inserirli nel bignè riempiendoli bene.Tenere da parte quelli pronti.
Intanto far sciogliere lo zucchero con il limone in un pentolino fino ad ottenere un caramello ambrato.
Con l’aiuto delle pinze lunghe, per evitare ustioni inzuppare la testa del bignè nel caramello e infine con l’aiuto di uno stuzzicadenti inserirli nel cono fino a rivestirlo tutto.
A questo punto con l’aiuto del caramello rimasto e di una forchetta formate dei filamenti lunghi che avvolgete tutt’intorno.

E’ una preparazione che non va fatta il giorno prima perché altrimenti il caramello prende umidità e si affloscia.

mercoledì 17 dicembre 2014

PASTA E BRODETTO PESCE


Un primo dal sapore delicato ma persistente, ideale per una bella tavolata di festa che sicuramente conquisterà i vostri invitati.


2 SPICCHI AGLIO
400 GR TRONCHETTI SENATORE CAPPELLI
12 CANOCCHIE MEDIE
12 GAMBERI MEDI
1 PEPERONCINO
500 GR POMODORINI SCOTTATI DEL PIENNOLO
300 ML VINO BIANCO

PEPE, SALE, OLIO, PREZZEMOLO


Sciacquare molto bene le canocchie, di qualcuna ho estratto la polpa altre invece le ho lasciate intere.
Lo stesso procedimento per i gamberoni, di qualcuno  dopo che è stato pulito ho estratto la polpa pulita del filamento, altri invece li ho lasciato interi per la presentazione.
In un tegame capiente mettere ad imbiondire gli spicchi d’aglio con un velo d’olio oliva e un peperoncino secco.
Mettere poi le canocchie e i gamberi, sia la polpa che quelli interi e sfumare con il vino bianco.
Quando sarà evaporato unire i pomodorini sbollentati. Mescolare e far addensare il sugo senza rompere le canocchie.
Fate cuocere i tronchetti in abbondante acqua salata e poi mantecarli con il sugo e all’occorrenza finire la cottura per due minuti aggiungendo un goccio di acqua nella pentola
Servire con un filo d’olio e una spolverizzata di prezzemolo.


lunedì 15 dicembre 2014

PACCHETTI DI NATALE


Sapete che adoro le preparazioni facili e sfiziose che fanno fare bella figura ma che non portino via troppo tempo.
Questi pacchettini sono molto carini ma altrettanto facili da fare.

250 GR FORMAGGIO SPALMABILE (io Philadelphia)
1 MANDARINO
PEPE
1 FOGLIA PORRO
ERBA CIPOLLINA


Spellare a vivo un mandarino, sbriciolare la polpa e unirla al formaggio spalmabile con un po’ di pepe.
Riempire dei coppapasta cilindrici, rettangolari o quadrati in modo da formare i pacchettini.
Con una foglia di porro o con l’erba cipollina, mettere “il nastro” ai pacchettini legandoli o creando dei riccioli.
Finire di decorare con semini e servire su un piattino come perfetto finger food.

domenica 14 dicembre 2014

REGALI GOURMET

Eccoci al consueto appuntamento dei consigli gourmet per gli amanti della buona cucina e appassionati golosi.
Per le famiglie che non vogliono rinunciare a fare la colazione  insieme in casa la macchina Nescafè Dolce gusto...fidatevi ne vale la pena e potete spaziare dai blend del caffè al cappuccino, cioccolato e nesquik!



Per gli appassionati lettori, un romanzo con tante ricette per una lettura non scontata!


Per chi vuole imparare dai grandi..,  i corsi dell'Accademia Gualtiero Marchesi


Per chi vuole solo panettoni di qualità, la vasta scelta dei panettoni del grande Pasticcere Salvatore de Riso non potrà che donare felicità! Provateli tutti e soprattutto, oltre la grande qualità del prodotto le confezioni sono anche particolari perchè abbinate a creme.


Per gli amanti dei piccoli momenti di relax, un vasto assortimento di thè dal gusto davvero speciale e goloso.


E se volete fare del bene e salvaguardare uno dei nostri patrimoni regala "Adotta un filare"!


venerdì 12 dicembre 2014

PDF DOLCE POESIA



La vita compie strani giri, per poi intrecciarsi di nuovo nello stesso punto..e quando alla fine incontri qualcuno con cui hai passato anni bellissimi non puoi che essere felice.
E se quel qualcuno è come te una mamma, una persona che lavora ma condivide una grande passione, ti viene spontaneo studiare insieme a lei un progetto e regalarlo a chi ci segue e ci legge.
Lei e' Daniela Nughes, una bravissima e giovane poetessa che arricchisce con le sue parole questo pdf di piccoli regali gourmet.
Qui potete scaricare il nostro regalo, il nostro piccolo dono fatto con il cuore, e speriamo che vi piaccia perche' questo è il nostro Natale: Amore da donare e ricevere!
Cliccate qui per scaricare il pdf!

mercoledì 10 dicembre 2014

TERRINA ZUCCA E PROVOLONE AURICCHIO #PROVOLACI



Che io sia un’amante del formaggio è orami assodato, probabilmente solo la colazione e la voglia di dolce mi esime dal non mangiarlo anche presto al mattino.
Non potevo quindi mancare al contest #auricchio #provolaci e ovviamente la voglia di proporvi una ricetta che sa di festa, semplice e scenografica, ideale insomma per le tavolate delle feste.


1 CONFEZIONE PANE BIANCO DA TRAMEZZINO 200 GR
2 CONFEZIONI DI PROVOLONE AURICCHIO AFFUMICATO
200 GR ZUCCA COTTA
150 GR MASCARPONE
SALE, TIMO, OLIO
150 SEMI VARI
30 RIBES




Prendere 100 gr di formaggio Auricchio e frullarli insieme al mascarpone e poi tenere da parte
Intanto frullare la polpa della zucca cotta (io preferisco cuocerla nel forno). Regolare di sale e pepe e tenere da parte.
Disporre la prima fetta del pancarrè su un piatto da portata, adagiare sopra le fette leggermente accavallate del provolone e poi ricoprire con la polpa di zucca. Disporre sopra un po’ di semini e continuare fino ad esaurimento degli ingredienti.
Prendere la crema di mascarpone e con l’aiuto di una spatola rivestire bene la terrina da tutti i lati.
Verrà un effetto griffato; finire di decorare con ribes.

lunedì 8 dicembre 2014

TORTA ALL'AMARETTO



Un dolce soffice, una colata di crema, una leggera nota alcolica permessa ai bimbi alle feste…questa è la mia torta ideale!

200 GR ZUCCHERO
150 GR ACQUA
4 UOVA
30 GR AMARETTO
40 GR OLIO OLIVA
220 GR FARINA
1 PIZZICO SALE
1 BUSTINA LIEVITO

X la farcia
25 GR ZUCCHERO
50 GR AMARETTO

X la ganache
140 GR PANNA
250 GR CIOCCOLATO BIANCO


In una terrina sbattere i rossi dell’uovo con lo zucchero finché diventa spumoso e gonfio, poi aggiungere la farina setacciata con il lievito ed amalgamare bene.  Aggiungere per ultimo il maraschino e l’olio Continuare a mescolare.
A parte montare gli albumi a neve con il pizzico di sale e poi incorporarli al resto con movimenti lenti dal basso verso l’alto per non smontare il composto.
Versare la massa nello stampo imburrato e infarinato e infornare a 180 gradi per 25 minuti circa.
Nel frattempo fate scaldare in un pentolino lo zucchero e il liquore finché perda la parte alcolica e si caramellizzi leggermente.
Una volta pronta sfornate la torta e lasciatela raffreddare, praticate poi dei forellini con uno stecchino e inzuppatela con il liquore caramellato.
Nel mentre che la torta si impregna dei sapori preparare la ganache portando a bollore in un pentolino la panna e poi fuori da fuoco unire il cioccolato bianco tritato finemente. La ganache deve risultare densa, non fluida

Lasciatela raffreddare coperta in frigo per 20 minuti circa e poi versarla sulla torta, finire di decorare con chicchi di ribes e zucchero a velo.


giovedì 4 dicembre 2014

BISCOTTI RIPIENI





Adoro i biscotti, e il solo pensiero di iniziare a fare le prove per impacchettarne da regalare ad amici mi riempie di gioia. Questi biscotti sono veramente molto golosi e sicuramente di stagione. Che ne dite, saresti contenti a riceverne?!

Per la frolla
250 GR FARINA 00
130 GR BURRO
1 UOVO
1 GOCCIO DI RHUM

Per il ripieno
100 GR CIOCCOLATO FONDENTE
60 GR DATTERI
20 GR AMARETTI
40 GR NOCI

Preparare prima la frolla impastando la farina, il burro freddo e l’uovo. Mentre impastate aggiungere un goccino di rhum che può essere sostituito con qualsiasi altro liquore a piacere.
Formare una palla, avvolgerlo e tenere in frigo a riposare almeno una ora.
Nel frattempo, frullare tutto gli ingredienti per il ripieno e tenere da parte.

Trascorso il tempo stendere l’impasto, prendere delle piccole porzioni, riempire con un cucchiaio di composto e poi richiudere a palla. Schiacciare leggermente al centro e disporre su una placca ben distanziati.
Infornare a 180 gradi per 20 minuti circa finché saranno dorati.
Far raffreddare e spolverizzare di zucchero a velo.





martedì 2 dicembre 2014

GAMBERONI AL SALE E MANDARINO



Lo so che state iniziando a pensare al menù delle feste e questa è una ricetta di sicuro effetto ma di una semplicità estrema; il profumo che si sprigionerà aprendo il forno sarà poi notevole e vi avvolgerà in un mondo d’amore.


20 GAMBERONI
500 GR SALE GROSSO
ERBETTE
BUCCIA DI 1 MANDARINO
1 SPICCHIO AGLIO

Pulite con cura i gamberoni; della maggior parte togliere le teste e il filamento nero all’interno.
Nel frattempo tritare finemente le erbette e la scorza di mandarino e unirle al sale grosso, lo spicchio d’aglio schiacciato e al pepe rosa di cui qualche chicco schiacciato.
Porre metà del sale in una pirofila e sopra i gamberoni e ricoprire con il rimanente sale.
Cuocere in forno a 200 gradi per una ventina di minuti.
Estraete i gamberoni e serviteli subito bei caldi; il profumo sarà immenso.


domenica 30 novembre 2014

NOCCIOLINI DI CHIVASSO E ZABAJONE




Cosa c’è di più piemontese e adatto all’inverno  che un ottimo zabajone con i nocciolini di Chivasso?!
I nocciolini nacquero nel 1850 e hanno tradizionalmente la forma più piccola di un’unghia e i l’ingrediente principale sono le nocciole sgusciate e tritate. Nelle fredde serate invernali nulla di meglio che una bella tazza calda di zabaione con i croccanti nocciolini!.

100 GR NOCCIOLE
2 ALBUMI UOVO
200 GR ZUCCHERO


Tostare le nocciole e poi togliere dal forno e togliere la pelle esterna.
Tritarle poi finemente e  velocemente  in un cutter con lo zucchero e poi tenere da parte.
In un a terrina intanto motare gli albuni a neve ben ferma e poi unire la polvere di nocciole.
Mettere il composto in un sac à poche e dosare delle palline piccolissime su un foglio da carta da forno.
Passare in forno a 150 gradi per 20 minuti circa finchè saranno dorati.

Intanto preparare lo zabajone


3 TUOLI D'UOVO (se conoscete le galline è meglio)
2 DL DI MARSALA
30 GR ZUCCHERO (all'incirca un cucchiaio pieno)

Montare a bagnomaria con una frusta costantemente i tuorli con lo zucchero in modo da incorporare l'aria.
Aggiungere pian piano il Marsala; la crema deve diventare bella spumosa e soffice.
Lasciare raffreddare leggermente

venerdì 28 novembre 2014

RAGU' DI CINGHIALE E STRACCI ALLE CASTAGNE



Un primo piatto casereccio, che farà storcere il naso ai vegetariani ma del resto qui in Piemonte è abbastanza radicato e diffuso in questa stagione.
Il ragù è buonissimo e quella piccola manina che vuole fare scarpetta lo dimostra!



500 GR POLPA DI CINGHIALE
1 CAROTA
1 CIPOLLA
CHIODI DI GAROFANO
BACCHE DI GINEPRO
200 GR SALSA ROSSA
1 DL VINO

Per la pasta
100 GR CASTAGNE COTTE LESSE ridotte a farina
400 GR FARINA
4 UOVA
SALE


 Lasciare marinare la carne nel vino e nelle spezie per almeno 24 ore.
Intanto preparare la pasta impastando le castagne ridotte a farina, la farine e le uova e all’occorrenza usare un goccio d’acqua. 
Formare una palla e lasciare coperta a riposare.
Preparare il ragù: tagliare a cubetti la carne marinata e le verdure a piccoli pezzi.
Intanto in una padella far soffriggere le verdure e poi aggiungere la carne e farla rosolare da entrambi i lati.
Salare e pepare e poi aggiunger e il vino e farlo evaporare.
Dopo versare la salsa  e continuare la cottura a fuoco bassissimo e coperchio chiuso.
Appena la carne inizia a sfaldarsi amalgamare il tutto.
Riprendere intanto la pasta e passarla alle diverse consistenze e poi con una ruota dentellata ritagliare degli stacci irregolari dello spessore di mm.1,
Cuocere gli straccetti in abbondante acqua salata e condirli con il sugo, un filo d’olio e qualche fogliolina di timo.