sabato 3 giugno 2017

AMARO TOCCASANA

Di solito il blog mi porta a viaggiare lontano per trovare delle eccellenze italiane, per cui questa volta è stata una piacevole scoperta scoprire l’amaro Toccasana, a pochi kilometri da casa mia e precisamente nel bellissimo territorio delle Langhe.
Dietro a questo prodotto si cela tutta la storia di una famiglia e soprattutto quella di un uomo, Teodoro Negro, conosciuto come il “settimino di Cessole”, che ha un alone di magico, dal momento che la tradizione vuole che le persone nate al settimo mese di gravidanza, abbiamo grandi poteri sensitivi; dotato da sempre di profonde doti fuori dalla norma, riusciva a mettere a proprio agio le persone e a capire istintivamente i lori problemi e allietare i malanni.





AMARO TOCCASANA

Teodoro iniziò così ad appassionarsi alle proprietà curative delle erbe e iniziò a raccoglierle e a catalogarle; da questa passione e da lunghi studi nacquero così i “toccasana”: un miscuglio di 5/6 erbe da mettere nell’acqua calda e bere dopo cena, fino ad arrivare agli anni ’70 ad elaborare il suo Toccasana formato da 37 erbe, fiori, bacche e radici, coltivate e selvatiche.










Grazie alla famiglia Toso di Cossano Belbo questo “toccasana” ora può arrivare anche nelle nostre case, che, seppur con la stessa formula di Teodoro, inizia a far tendenza scoprendosi ai giovani come un eccellente dopo pasto bevuto liscio o, un aperitivo sfizioso con aggiunte di altri liquori.
Per chi fosse curiosi, a Cossano Belbo si può tranquillamente visitare l’enomuseo dove scoprirete qualcosa di più sulla vita della famiglia Toso, sulla produzione dell’amaro Toccasana e della storia vitivinicola del territorio.



Vi ricordo che a Cessole è tuttora funzionante l’antica erboristeria che, portata avanti dalla nipote, è ancora un luogo dove si cerca di curare le malattie e mantiene tutto il suo fascino di quel tempo, rimanendo praticamente intatto l’interno con ancora l’anticamera dove si firmavano le file dei malati a cui Teodoro dava conforto.



Dopo aver scoperto la storia che si cela dietro a questo prodotto e aver respirato l’aria di erbe e radici e visto l’azienda Toso, non posso negare di subirne un certo fascino e di voler lasciarmi rapire da questo gusto unico.

Nessun commento:

Posta un commento