domenica 13 novembre 2016

PEPERONI IN BAGNA CAUDA

Uno dei più classici antipasti della cucina piemontese sono i peperoni in bagna cauda, complice l’abbondanza di peperoni buoni e carnosi come quelli di Carmagnola e delle acciughe, in quanto il Piemonte si trovava sulla rotta della via del sale.

Un antipasto quindi “povero” ma buonissimo, ovvio la presenza o meno dell’aglio va a gusti ma un pochino a mio avviso non deve mai mancare!




PEPERONI IN BAGNA CAUDA


4 peperoni carnosi
2 spicchi aglio
4 dl latte
200 gr acciughe sotto sale
150 burro
maggiorana

Mettete le teste d’aglio nel latte per una intera notte che poi toglierete al momento dell’utilizzo.
Nel frattempo dividere i peperoni a falde e grigliarli a 200 gradi per circa 20 minuti, girandoli almeno una volta finché la pelle tenderà a seccare e a togliersi facilmente.
Spellateli (potete farvi aiutare mettendoli in un sacchetto di plastico ma questo li renderà troppo morbidi a mio avviso).
Disporli freddi e puliti in un piatto da portata.
Nel frattempo pulire le acciughe dalla testa e dalla spina sotto l’acqua corrente in modo da togliere il sale.
Sgocciolarle e tamponarle con carta cucina.
Mettere i filetti in un pentolino con il burro e il latte, privato dell’aglio.
Lasciar cuocere molto dolcemente per almeno 20 minuti, mescolando ogni tanto.

Versare la salsina sui peperoni e finire con foglioline di maggiorana.



Nessun commento:

Posta un commento