mercoledì 29 ottobre 2014

#SALONEDELGUSTO 2014


 Il mio Salone del gusto, fuori dallo stress di un’esibizione, solitario, in sordina è stata una rivelazione; ho vagato senza meta, usando i sensi, facendomi trasportare solo dall’istinto e cercando il senso di questa manifestazione.


Per la prima volta ho avuto modo di girare con calma Terra Madre, grazie alla guida sapiente di giovani dell’Università di Scienze Agronome di Pollenzo in collaborazione con DHL che ha reso possibile l’arrivo di 225 prodotti provenienti da 70 paesi differenti.



Paesi dove c’è la fame, la guerra, le malattie, tutti insieme qui, in questo spazio, che riunisce coloro che fanno parte della filiera alimentare e che vogliono difendere l’agricoltura, la pesca e l’allevamento sostenibili.
Volti sorridenti, mani rugose e prodotti per lo più sconosciuti al mercato ma tutti provenienti da un’agricoltura familiare.
Ho riflettuto di fronte alla grande Arca al centro del padiglione, dove in tanti, provenienti anche da paesi distanti hanno portato i loro frutti o semi che si stanno perdendo; un’arca su cui dobbiamo soffermarci.

Questo è stato il mio Salone, apprezzato, vissuto e alla fine sul treno che mi ha riportato a casa, mi sentivo piena, non solo dei prodotti che ho comprato, ma di un piccolo seme dell’arca! 


























6 commenti:

  1. Ottimo reportage!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Ecco, non essendoci state, quest'anno, ti ringraziamo per averci fatto "vivere" quello che ci siamo perse!
    bacio cara
    simo

    RispondiElimina
  3. Des moments de découvertes et de belles rencontres.
    A bientôt

    RispondiElimina
  4. Si è vero, anch'io quel giro con DHL l'ho fatto, è da solo vale tutto il viaggio per andarci, al Salone. E mi ha fatto tanto riflettere, spero che ognuna di queste persone possa portare, nella sua piccola comunità il ricavato "etico" dei prodotti venduti qui da noi. Che possa sostenere nel giusto modo le loro piccole economie.

    RispondiElimina
  5. Ps: riconosco nella seconda foto il pacchettino col sale di Fiume del Kenia ;)

    RispondiElimina
  6. Che bellissima esperienza e che super post! Mi sarebbe piaciuto venire a Terra Madre ma in questo periodo sono impegnatissima... Invece il prossimo anno so già che ci sarò :-) Spero di poterti conoscere personalmente :-)
    Ciao, un abbraccio e buone feste
    Federica :-)

    RispondiElimina