venerdì 16 marzo 2012

QUARESIMA E TORTE PASQUALINE


Ho deciso che vi propongo un classico necessariamente per due motivi: il primo e' la reperibilita' della ottima materia prima necessaria e poi perche' siamo ormai in tempo di quaresima e si sa che in questo periodo ritornano sulle tavole le torte salate o piu' specificatamente le torte pasqualine.
Per me di torta salata vera ne esiste solo una e qui  entra in campo il mio spirito ligure: quella di carciofi.
Per fare questa torta la cui vera ricetta un po' differisce dall'immaginario collettivo sono necessari i carciofi che io considero i piu' buoni in assoluto: quelli violetti di Albenga.
Ora, con questo post un po' di parte...vi lascio la ricetta che e' tra le piu' fedeli a quelle della tradizione...



X LA PASTA
250 GR DI FARINA
2 CUCC.OLIO
ACQUA Q.B
SALE
  
X IL RIPIENO
4 CARCIOFI
1 LIMONE
60 GR BURRO
1/2 CIPOLLA
4 UOVA
100 GR FORMAGGIO PARMIGGIANO GRATTATO
250 GR RICOTTA
MAGGIORANA
SALE E PEPE




Impastare la farina con l'olio, il sale e tanta acqua quanto basta per ottenere una pasta
di giusta consistenza. Lavoratela molto bene e lasciatela riposare coperta.
Intanto preparare i carciofi eliminando i gambi e tutte le foglie esterne e dure.

Dopo aver tagliato la parte spinosa occorre metterli a bagno in acqua fresca assieme al limone tagliato a spicchi.
Dopo alcuni minuti togliere i carciofi e farli asciugare poi tagliarli a fettine sottili, sottili e unirli ad un soffritto di cipolla e burro e poi continuare la cottura a coperchio chiuso e fuoco basso fino a quando saranno pronti (circa 30 minuti) e tenere da parte.
Unire poi ai carciofi il parmigiano grattuggiato, sale ed un pizzico di pepe.
Riprendere la pasta e tirare 10 sfoglie molto sottili (io ho usato la macchina) e stendete la prima su una tortiera unta e infarinata. Ritagliate con un coltello l'eccesso di pasta.
 Stendete altre cinque sfoglie, spennellandole sempre con l'olio, poi fate uno strato con i carciofi e uno con la ricotta.
Nello strato di formaggio creare delle fossette e romperci dentro le uova.
Condite con un pizzico di sale, di pepe e di maggiorana.
Poi coprite con le rimanenti sfoglie spennellandole con l'olio. 
Punzecchiate con una forchetta
l'ultima sfoglia, ungetela bene e ritagliare il cordone di pasta che cresce dalla tortiera.
Passate in forno a 160 gradi per 30 minuti circa finche' avra' un bel colore dorato.

42 commenti:

  1. è una meraviglia...le torte salate con le verdure mi fanno impazzire!

    RispondiElimina
  2. Conoscevo la versione con le erbette ma da amante folle dei carciofi preferisco decisamente questa versione. E gustata anche in un bel pin nic sull'erba sarebbe il massimo. Un bacione, buon we

    RispondiElimina
  3. idea meravigliosa ho preso appunti

    RispondiElimina
  4. Lucy le torte pasqualine sono le mie preferite!
    la faccio spesso anch'io con i carciofi, con i freschi e una buona ricotta viene fuori una delizia!
    buon we

    RispondiElimina
  5. Adoro la torta pasqualina, e la tua è bellissima, complimenti!!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Favolosa! Io adoro i carciofi(fortuna che oggi per motivi di tempo ho deciso di non postare altrimenti avresti di nuovo riso) e la torta pasqualina è di una gola assurda! E quei tranci così rustici mi stanno facendo venire fame! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no non dirmi che e'successo di nuovo!!!

      Elimina
  7. je ne connaissez pas, sa doit être délicieux!

    RispondiElimina
  8. non amo molto i carciofi...ma mi hai fatto venir fame con questa foto!

    RispondiElimina
  9. decisamente ottima! poi con i carciofi con me vai sul sicuro!

    RispondiElimina
  10. questo è un classico favoloso...

    RispondiElimina
  11. I carciofi sono un ortaggio buonissimo....anche se costano sempre tanto!! Brava!

    RispondiElimina
  12. le torte pasqualine!!! peccato non trovar dei carciofi buoni qui :( bacioe buon we

    RispondiElimina
  13. ma che meraviglia e' questa torta!!!!!!!!!!! Yummy! :)

    RispondiElimina
  14. Lucy cara l'ho già addocchiata su facebook e non posso non dirti "mi piace" anche qui :-) Spettacolo! Un abbraccio e sono felice che il nostro 1° contest ti sia piaciuto: non vedo l'ora di leggere la tua proposta, sai????? Buon weekend!
    simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci sto gia'pensando sai che la notte porta consiglio e ieri ho sognato!

      Elimina
  15. ohhh... ecco finalmente spuntare una torta pasqualina: davvero immancabile in questo periodo e sempre graditissima !!!

    RispondiElimina
  16. mmm, ma che bellezza questa torta! con i carciofi il mondo diventa migliore!!! bella bella!

    RispondiElimina
  17. E come dire di no ad una torta così invitante...il vaso con i carciofi è davvero bellissimo! Perfetto anche come centrotavola originale ;-)

    un abbraccio

    RispondiElimina
  18. Un classico che non può mancare sulla tavola di Pasqua, anche se non si è liguri!
    Buon weekend

    RispondiElimina
  19. Anche io l'ho fatta!!! che buona, la adoro...come la faceva la mia nonna, tutto mescolato carciofi e formaggi. Se vuoi assaggiarne un pezzetto, passa da noi :)
    buona giornata
    Valentina

    RispondiElimina
  20. adoro i carciofiiiiiiiii...mi fai venire tanta tanta fame!!ihihihihih

    RispondiElimina
  21. mmmh, ottima idea per questa domenica, se ti fischeranno le orecchie, sappi che sarà mia sorella che ti benedice in cinque lingue diverse =)

    RispondiElimina
  22. Ciao Lucy,la torta pasqualina secondo la tua versione l'ho fatta parecchi anni fa aiutata da mia madre che stendeva a mano quelle sfoglie sottili come una pellegrina artusiana.Poi basta...quest'anno ha pensato di rifarla aiutandomi con la macchina per la pasta,però sentivo quasi di contravvenire a un sacro comandamento.Però,devo dire che mi hai rincuorata,soprattutto quando ho letto che sei ligure!
    PS mi piace tanto l'eleganza della tovaglietta in contrasto con quel tagliere rustico.Ne ho una simile e penso che tu mi abbia dato un'idea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda io sono anche per la comodita'in cucina per cui ben venga la macchina della pasta!...anche se ligure di adozione!...e'come se sei mesi li passo in piemonte e sei in liguria e cosi'e'stata la mia vita.Sono contenta anche di averti dato una idea con il tagliere

      Elimina
  23. Ciao Lucy è favolosa!!!!!!!!Complimenti

    RispondiElimina
  24. che bellezza!! a presto! Claudia
    http://petitecuilliere.blogspot.com/

    RispondiElimina
  25. Avrei voluto assaggiarla quando l'ho vista nella tua cucina in attesa di essere fotografata,purtroppo quelle delizie non posso cucinarle sia per l'intolleranza e anche perche' a mio marito le sfoglie che contengono verdura non gli garbano!!Io le adoro!!

    RispondiElimina
  26. squisita la torta e meravigliose le foto!!!!!!
    un abbraccio e buon WE
    Alcie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. COMPLIMENTI!!!!!!HA UN ASPETTO DELIZIOSO!!!!!!
      BUONA VITA E BUONA CUCINA!!!!!RAFFAELLA

      Elimina
  27. E sì, i carciofi violetti di Albenga sono eccezionali!

    RispondiElimina
  28. Io di pasqualina conoscevo solo quella agli spinaci, ma questa mi sembra stupenda!

    RispondiElimina
  29. belliii e che buoni!!! Mai fatta così...da provare assolutamente! Io preferisco di gran lunga i carciofi agli spinaci| :)

    RispondiElimina
  30. Che buona la tua torta pasqualina con i carciofi!!!!!

    RispondiElimina
  31. Davvero buonissima...Quei carciofi sono spettacolari!! Un bacio...

    RispondiElimina
  32. Maravillosa receta, amiga :D
    Un besito linda!
    http://janakitchen.blogspot.com

    RispondiElimina
  33. Woohoo that rich, simply delicious, full of color and flavor!

    RispondiElimina
  34. ma che deliziosa ricetta!! e che presentazione favolosa, mi piace tantissimo!!
    Complimenti, bacioni

    RispondiElimina
  35. bhe che dire??? :-) l'ultima foto poi mi piace moltissimo... e mi fa venire voglia di allungare una mano e assaggiarne un pezzetto! brava!

    (ci vediamo il 3!)

    Pippi

    RispondiElimina
  36. ottima la torta. io però, in quanto genovese, nelle torte di verdure uso solo prescinseoa al posto della ricotta. Forse al di fuori della Liguria è difficile da trovare

    RispondiElimina