venerdì 25 novembre 2011

UN BUON PIATTO DI PASTA = UNA BELLA DONNA


Ammetto le  mie colpe ma è da un po' che non posto un piatto di pasta.
Il vero motivo è che non ne mangio moltissima anche perchè a differenza del marito e del figlio che per problemi di linea la amano mangiare in bianco con un filo di olio, io la devo assolutamente agghindare con un bel sugo.
Trovo che la pasta sia come una bella donna, nuda farà sicuramente il suo effetto ma se le mettiamo un bel vestito non diventa molto più seducente ed irresistibile?!
Da qui la necessità di un sugo che "calzi" alla perfezione, che rifletta il mio stato d'animo e che, soprattutto, sia in linea con la stagione (non girate mica in costume in questo periodo?!).
Ecco i miei spaghetti integrali con salsa di cipolle, zafferano e gorgonzola.
Sono fermamente convinta che la pasta integrale non sia solo sinonimo di dieta e problemi intestinali ma diventi una componente aggiuntiva del gusto ecco perchè ho scelto questo tipo di spaghetti per un sugo che è decisamente rustico e avvolgente.
La ricetta è semplicissima perchè si basa su pochissimi ingredienti ma bisogna stare attenti alla cottura, direi pazienti e servili, bisogna coccolare il sugo,un po' del resto come si fa come una bella donna.
Non trovate anche voi?!


240 GR SPAGHETTI INTEGRALI GAROFALO
300 GR CIPOLLE
100 GR GORGONZOLA
1 PRESA DI ZAFFERANO di SARDEGNA
30 GR NOCI
OLIO, SALE
1 NOCE DI BURRO


Affettare la cipolla molto sottile poi metterla in un pentolino con la noce di burro e la presa di zafferano e lasciarla sudare prima a fuoco moderato e poi salate, coprite con un coperchio e continuate la cottura a fuoco bassissimo per almeno una ora e mezza girando di tanto in tanto.
N.B: qualcuno potrebbe usare la pentola a pressione, ma, dico io, ogni tanto è giusto non farci prendere dalla fretta e lasciare che i profumi e i ritmi della cucina si susseguano da soli.
Quando le cipolle si saranno ridotte a crema, aggiungere il gorgonzola, spegnere del tutto il fuoco, mescolare e lasciare che il formaggio si sciolga con il solo calore.
Aggiungere una tazzina di acqua di cottura della pasta e poi mantecare con i nostri spaghetti.
In uscita mettere un bel trito di noci spezzettate.

Con questa ricetta partecipo al contest di MonnyB:



p.s: spendo una parolina in più sull'ingrediente dello zafferano.Sono una vera maniaca e collezionista di zafferano e ne ho diversi tipi.Quello D.O.P. della Sardegna che ho la fortuna che me lo regala mia suocera è molto profumato e il sapore persistente più di altri, per cui ben si adatta alle cotture lunghe perchè non perde sapore.

32 commenti:

  1. anche x me la pasta in bianco fa malato!!! adoro il sugo!!

    RispondiElimina
  2. bellissima l'assonanza pasta-donna.. hai proprio ragione.. anche io per problemi di linea la mangio sempre in bianco.. ma mi sa che oggi ci metto un bel ragù.. buon w.e.

    RispondiElimina
  3. Le tue presentazioni sono sempre impeccabili.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  4. Che bella presentazione che dice tutto , buona!

    RispondiElimina
  5. Parallelismo riuscito e calzante come questo sugo che abbraccia voluttuosamente gli spaghetti. Sul fronte pasta integrale con me sfondi una porta aperta ;-)

    Buon week end cara

    RispondiElimina
  6. E' un bellissimo modo di vedere la pasta e che buona deve essere con questo sugo
    ciao♥

    RispondiElimina
  7. Quando si dice che un ingrediente fa la differenza...Con effetti con un'ora di cottura uno zafferano "commerciale" non so come se la passerebbe! Bellissima questa ricetta e mi piace anche la scelta degli spaghetti integrali che io gradisco parecchio proprio per la rusticità! Un bacione

    RispondiElimina
  8. Io uso di solito lo zafferano dell'Aquila, ma solo perché riesco a trovarlo con più facilità: vedo che non lo lasci in infusione, ma lo fai andare direttamente sulla fiamma con le cipolle ....
    C'è differenza rispetto al metodo classico?

    RispondiElimina
  9. la divorerei in un solo boccone!!

    RispondiElimina
  10. @ grande milena...mi aspettavo proprio questa domanda, perchènon l'avevo specificato nel post e speravo che qualcuno sollevasse la quesione.si io lo metto subito con le cipolle.essendo lo zafferano quello che arriva direttamente dal produttore e non di bustina e quindi bello a stimmi rimarrà tale fino alla fine.non si scioglie nè lascia particolare colorazione se non un pallido giallino ma in questa maniera lascia un retrogusto "forte" e intenso alle cipolle oltre che rimanere anche bello da vedere.questo poi che è particolare oltre al restrogusto sprigiona molto profumo.
    Per intenderci l'uso di questo zafferano e in questa maniera non lo usi per dare colore ma una nota "speziata" al piatto.non si può fare però con tutti e soprattutto non con quelli comprati.non conosco quello dell'Aquila, purtroppo.
    p.s.: non so se si è capito che sono una maniaca sullo zafferano...è anche l'unica cosa che tengo a temperatura e umidità giuste in casa e poi come il caffè impari pian piano a capire le differenze.

    RispondiElimina
  11. Ciao!! Il gorgonzola dà sempre un tocco speciale a tutti i piatti.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  12. A dir poco stuzzicante questo piatto!

    Ti seguo!

    RispondiElimina
  13. Que maravilla de plato y de presentacion. Besos

    RispondiElimina
  14. Grazie per le spiegazioni dettagliate: proverò anch'io con questo metodo, sono curiosa di scoprire se funziona anche con il mio :D

    Sono una fan dello zafferano e lo centellino, destinandolo ai piatti che meritano :D

    RispondiElimina
  15. che buoni!io con la pasta vado a periodi,ma in generalenon ne consumo moltissima.ma quando lamangio voglio che sia "ben vestita" :)))

    RispondiElimina
  16. Buonissima ed anche molto rapida da cucinare! :)

    RispondiElimina
  17. Bellissimo paragone, è proprio vero! Ottima anche la ricetta, tutti sanno che sono drogata di gorgonzola, la proverò... BUONA!!!

    RispondiElimina
  18. Bellissima metafora la pasta come donna... oppure è la donna che è come una pasta?
    Comunque per entrambe viva le cotture lente e le attenzioni.

    RispondiElimina
  19. a me piace molto la pasta integrale, è quella che uso più spesso (se è garofalo poi, meglio ancora...ma qui in francia mi devo accontentare di ciò che trovo!)all'abbinamento gorgonzola-cipolla non avevo mai pensato, ma gli ingredienti mi ispirano assai dunque..proverò e ti farò sapere!
    Eva

    RispondiElimina
  20. Davvero interessante questo scambio sullo zafferano. Sono una neofita in materia e ho preso nota dei tuoi preziosi suggerimenti. Mi è piaciuto molto il paragone pasta/donna...bellissima immagine... Ciao cara lucy, buon weekend!!
    simo

    RispondiElimina
  21. Un primo dall'aspetto invitante!Mi piace il colore giallo dello zafferano e il gusto del gorgonzola! Ciao

    RispondiElimina
  22. un plat de pâte superbe c'est fantastique
    bonne soirée

    RispondiElimina
  23. anch'io mangio poco la pasta, ma quando succede dev'essere gustosa e ben condita, questa ricetta è molto sfiziosa, complimenti

    RispondiElimina
  24. che meraviglia una pasta molto appetitosa

    RispondiElimina
  25. Questo primo e' favoloso.Un mix di sapori,molto gustoso.
    Un abbraccio e buon fine settimana.

    RispondiElimina
  26. un primo fantastico con una presentazione che è un incanto. Un abbraccio

    RispondiElimina
  27. Meravigliosa!!!
    E poi nulla è meglio di una buona pasta, almeno per me.. anche integrale, si, la consumo spesso e volentieri, proprio per quel suo gusto e quella consistenza particolari.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  28. Anch'io non cucino spesso la pasta...ma la prossima volta voglio provare questo delizioso piattino!!!brava

    RispondiElimina
  29. Penso che se devo mangiare un pò di pasta, almeno che sia ben fatta e questa sembra proprio essere sublime... complimenti!

    RispondiElimina
  30. Complimenti sia per il blog che per il piatto di pasta che per la metafora :-D

    direi calza a pennello

    RispondiElimina