domenica 23 ottobre 2016

TRADIZIONE DEL BOLLITO MISTO E IL POSTO MIGLIORE DOVE MANGIARLO

Il bollito è uno dei piatti principali della cucina italiana e della gastronomia invernale: opulento, profumato, nutriente, adatto a scaldare l’animo e il corpo.
Sicuramente il Piemonte vanta la più grande tradizione  varietà: nasce all’incirca alla fine del /800 quandoVittorio Emanuele II coniugò il suo amore per la carne e per la caccia.
Ma al giorno d’oggi, dove si può mangiare un ottimo bollito secondo tradizione?..Non ho dubbi al proposito, al Grappolo in Alessandria, da Beppe Sardi, Paolo Magnè e Gianluca Bertini.












All’inizio della sua attività lo Chef Beppe Sardi è andato alla ricerca delle origini di questo piatto scoprendo che, anticamente, era composto da 14 tipi di carne e 7 salse.
Ora per riprendere lo stesso numero di ingredienti ma alleggerire leggermente il carrello, da oltre 30 anni propone 14 salsine e 7 tagli di carne, servendo e tagliando rigorosamente al tavolo:
testina
lingua
cotechino
gallina
punta 
muscoletto
coda

Le salse fresche sono ovviamente senza conservanti o additivi e sono state scelte dopo un’accurata indagine sulle tradizioni piemontesi:
mostarda mosto d’uva
mostarda di Voghera
sale grosso (perfetto per la testina)
salsa al cren
Salsa di pomodoro e semi di senape
Marmellata di pomodori verdi
Composta di peperoni
Salsa Rubra
Bagnetto verde
Bagnetto rosso cotto
Composta di cipolle di Castelnuovo
Peperoni caramellati
Fichi di campagna
Pesche di Volpedo caramellate


Secondo la tradizione poi questo piatto finisce con un buon brodo energetico con l’aggiunta di un po’ di vin rosso.
Ovviamente grande il successo di questo piatto della tradizione che ovviamente richiede non solo materie prime eccelse, ma anche tempi e cotture appropriate, dal momento che bisogna cuocere tutto separatamente, e per questo non viene quasi più fatto in casa.
Personalmente penso che siano propri queste le tradizioni che non possiamo perdere, perché indipendentemente dai nostri gusti fanno davvero parte della nostra cultura.



Complimenti quindi ai ragazzi del Grappolo e a Beppe Sardi che a breve riceverà il premio dalla Cucina Italiana per i suoi 40 al ristorante, ambasciatore di gusto e tradizioni.
Ovviamente per chi non amasse il bollito ampia scelta di prodotti del territorio in carta.

RISTORANTE IL GRAPPOLO
Via Casale, 28, 15121 Alessandria AL

Nessun commento:

Posta un commento