mercoledì 12 ottobre 2016

TORTA MORBIDA AGLI AMARETTI

Spesso pietanze buonissime nascono da errori e sbagli di ingredienti; questa torta ne è il classico esempio.
Partita per fare delle frittelle dolci di cui ho visto la ricetta su qualche giornale mi sono subito resa conto della consistenza sbagliata, così imprecando contro gli scrittori anonimi di certe ricette mi sono reinventata una torta che è venuta soffice e gustosissima.





TORTA MORBIDA AGLI AMARETTI


250 gr ricotta
3 uova
150 gr zucchero
150 gr farina
2 cucchiai amaretto
50 gr amaretti secchi
250 ml olio semi
1 bustina lievito

Sbriciolare gli amaretti secchi e unirli alla ricotta e allo zucchero.
Mescolare bene poi aggiungere le uova leggermente sbattute precedentemente, io liquore, l’olio e infine la farina addizionata del lievito.
Amalgamare bene poi versare il composto in uno stampo e infornare a 180 gradi per circa 25 minuti.
Risulterà molto morbida con un accentuato sapore di amaretto.


Ho usato lo stampo in silicone Pavoni


5 commenti:

  1. hai ragione alle volte ci sono delle ricette che non hanno nessun senso! ma con tanto olio non ha un gusto molto forte?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no è un olio leggero, penso fosse stato di oliva sarebbe rimasta troppo pesante

      Elimina
  2. Ah, ah ... che soddisfazione riciclare e rendere ottimo un errore altrui ! Ciao !!

    RispondiElimina
  3. E' vero spesso accade che da esperimenti sbagliati escano fuori risultati sorprendenti, la torta sembra proprio buona ed anche ben presentata, complimenti

    RispondiElimina
  4. Sembra quasi di sentire il profumo, complimenti!

    RispondiElimina