venerdì 31 luglio 2015

MASSIMO LIVAN E L'HOTEL CENTURION PALACE


Se dovessi cercare una parola che sostituisce "musica" potrei pensare soltanto a Venezia
(cit. F. Nietzsche)
Non trovo definizione migliore per descrivere questa bellissima città che ogni volta mi affascina e mi incanta, con i suoi stretti vicoli, le luci che si riflettono nell’acqua, e i suoi palazzi bellissimi che incantano; ed è proprio in uno di questi edifici storici che ha sede l’Hotel Centurion Palace, a pochi passi dalla magnifica Basilica di Santa Maria della Salute.



L’hotel, cinque stelle lusso, della catena Sina Fine Italian Hotels, è diretto dal General Manager Paolo Morra e appartiene all’esclusivo “Small Luxury Hotels of the Word”.
Potete capire come l’hotel sia un vero e proprio gioiello artistico con le sue 50 suite esclusive con interni realizzati esclusivamente dall’architetto fiorentino Guido Ciompi. Le stanze tutte diverse rappresentano un vero e proprio connubio tra stile classico e contemporaneo, caratterizzate da materiali ricercati, tessuti preziosi, soffitti a cassettoni, camini, scale in legno, bagni con foglia d’oro e dove predominano in maniera simmetrica i colori cioccolato, arancio, rosso e bianco per un gioco suggestivo di contrasti.








A completare la magia, l’Antinoo’s Lounge & Restaurant, diretto dal “maestro” Executive Chef Massimo Livan, veneziano doc.
I suoi menù sapientemente studiati, propongono piatti che seguono la tradizione mediterranea, ed in particolare veneta, ma sono interpretati in maniera innovativa, con grande equilibrio negli ingredienti e grande leggerezza.
La sua cucina è creativa, colorata, accurata nell’abbinamento degli ingredienti e delle scelte cromatiche, una vera e proprio sinfonia di gusto, una poesia per il palato e per gli occhi; non per nulla l’Antinoo’s Lounge & Restaurant è stato premiato dalla guida Michelin con le Tre Forchette rosse ed è la meta prediletta di Vips e di veri intenditori gourmet e gourmand.
Se passate da Venezia, non potete mancare|












1 commento: