venerdì 19 giugno 2015

#EXPO2015

In tanti mi chiedono se vale la pena visitare Expo2015. Eccovi la risposta..





Assolutamente da evitare se:
  • Pensate di rimpinzarvi con delle degustazioni: a parte l’acqua tutto il cibo si paga e considerate che provate cucine straniere dove si hanno dei costi elevati per trasportare gli ingredienti, come ad esempio il pericoloso pesce palla giapponese.
  • Pensate di ricevere opuscoli e informazioni sui paesi: non siamo al BIT per cui non vi daranno indirizzi di agenzie di viaggi o materiale informativo ma molti paesi vi mostreranno dei video molto istruttivi.
  • Se non volete camminare: calcolate che l’esposizione è dislocato su un milione di metri quadrati.
  • Se non siete amanti delle code, calcolate che per quasi tutti i padiglioni rimarrete in fila, per i più belli anche un’ora o due.





Adesso ovviamente passiamo ai motivi per cui andarci:
·         Calcolate che è manifestazione che si alterna ogni 5 anni per cui il fatto che quest’anno la troviamo in Italia è un evento storico.
·         Per quante polemiche siano sorte è un’opera unica e spero vivamente rimanga anche dopo.
·         La vostra cultura vi ringrazierà: avrete la possibilità di viaggiare attorno al mondo attraverso i più sofisticati sistemi telematici: effetti speciali, proiezioni interattive, cambiamenti climatici e effetti sonori vi faranno scoprire le bellezze dei vari paesi con un occhio di riguardo ovviamente al food.
·         Potrete degustare piatti che ovviamente difficilmente e solo con tante ore di volo potreste fare.
·         Lo spettacolo dell’albero della vita e quello a parte del cirque du soleil vi permetteranno di ritornare bambini.


Lo so che alla fine non è economico ma alla fine penso che sia un’occasione da non perdere, un vero e proprio viaggio culturale e se, mi permettete di dirlo, direi anche un vanto tutto italiano per essere riusciti a rendere la manifestazione bella e istruttiva.
Seguendo il mio profilo su Twitter e Instagram puoi vedere diversi filmati molto interessanti!

Nessun commento:

Posta un commento