venerdì 20 marzo 2015

TRIANGOLI DI ERBETTE ALLO ZAFFERANO




Primavere, erbette, green, salute e ottimi piatti fatti in casa.
Con il risveglio dei sensi adoro le paste fresche che abbiano tutti i sapori di questa stagione.

300 GR  FARINA
3 UOVA
SALE
OLIO, SALE, PEPE

200 GR ERBETTE (spinaci, biete e se trovate ortiche)
400 GR RICOTTA FRESCA
1 SPICCHIO DI AGLIO

100 GR CERTOSA
1 NOCE DI BURRO
ZAFFERANO


Pulire le erbette dal terriccio e dalle parti più dure.
Sbollentarle per qualche minuto in abbondante acqua salata e poi tirarle su e lasciarle sgocciolare: strizzate per bene in maniera da togliere tutta l’acqua e poi frullatele; piuttosto ripetere l’operazione più volte.
Intanto preparare la farina sulla spianatoia a forma di vulcano, mettere le uova al centro, l’olio e iniziare ad impastare; formare una palla e lasciare riposare almeno una ora coperta da un canovaccio.
Intanto preparare il ripieno mettendo in un pentolino lo spicchio di aglio schiacciato con un filo di olio e appena prende colore togliere l’aglio e aggiungere le erbette: lasciare insaporire per qualche minuto e regolare di sale.
In una ciotola unire poi le erbette tritate e leggermene raffreddate e la ricotta; amalgamare bene e regolare di sale e pepe.
Procedere nella maniera classica passando la sfoglia nella macchina rivestendo poi il nostro stampo, riempire con il nostro composto di erbette e ricoprire con altra sfoglia e infine dividere i ravioli con l'apposito attrezzo. Lasciare nell'acqua bollente solo per qualche minuto.
Nel frattempo fate scogliere la certosa con una presa di zafferano e una noce di burro.
Appena il formaggio si scioglie, versare i ravioli, amalgamare e servire con un filo d’olio e qualche erbetta.

5 commenti:

  1. Che bontà!! Fanno davvero venire fame!

    RispondiElimina
  2. Complimenti per questa fantastica pasta ripiena, sei bravissima!!!!

    RispondiElimina
  3. Un bel piattino, bello da vedere e molto gustoso !

    RispondiElimina
  4. come vorrei essere brava come te a fare la pasta fresca...e invece sono la negazione totale!
    Sono uno spettacolo...chissà che buoni

    RispondiElimina