giovedì 31 ottobre 2013

#FUNKYPROFESSOR E I FAGOTTINI ALLE MELE

Forse non ho nessun diritto di parlare o di postare qualcosa per una persona che non ho conosciuto mai veramente bene, ma ho la fortuna di apprezzare lei, Paola, la Sua dolce metà.

Ebbene si, quanti di  noi, accomunati dalla rete, dalla passione di condivisione, ci siamo immedesimati in lei quando abbiamo appreso la notizia; e lei con la forza e il suo carattere battagliero ma anche dolce ha sorpreso tutti e ci abbraccia ancora virtualmente.
Mi sono commossa leggendo le sue parole e mi chiedo ancora quanta forza ci voglia per pensare al futuro senza l’altra metà della mela, eppure ci sono loro le figlie, il frutto di quell’amore, e poi in fin dei conti ci siamo anche noi, conoscenti, amici, amanti della rete, condivisori….insomma tutti che noi che speriamo di  portare un sorriso virtuale e di ricordare così una persona speciale: #funkyprofessor!
A lei, a loro, dedico questa ricetta che per me è il simbolo di un abbraccio, a volte anche un po’ rude ma che racchiude sempre Amore..





X la pasta
80 GR BURRO AMMORBIDITO
80 GR ZUCCHERO
1 UOVO
200 GR FARINA DI FARRO

X il ripieno
200 GR MELE
1 CUCCHIAIO MIELE
CANELLA

Pulire le mele, tagliarle grossolanamente e poi metterle in un pentolino con un pizzico di cannella. Cuocere a fuoco moderato con il coperchio finché si ammorbidiscono e poi unire il miele e spegnere il fuoco. Frullare con un frullatore ad immersione e tenere da parte per far raffreddare.
A parte in una terrina unire lo zucchero, il burro ammorbidito e l’uovo e iniziare a gonfiare il composto.
Quando è bello gonfio unire la farina e iniziare a impastare molto velocemente.
Raccogliere l’impasto, formare una palla, coprirla e lasciarle riposare in frigo.
Trascorso almeno un’ oretta, stendere bene l’impasto e tagliare con un coppa pasta grande dei cerchi.
Riempire l’interno con il composto alle mele, richiudere e sigillare con i rebbi della forchetta.
Spennellare la superficie con il miele e zucchero semolato e infornare a 160 gradi per 20/25 minuti circa, finché la superficie sarà dorata.


6 commenti:

  1. Hai avuto un dolcissimo pensiero e sono sicura che il calore di quest’abbraccio sarà arrivato dritto al cuore. Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  2. Lucia, sei stata dolcissima... in queste situazioni non si sa mai che dire e che fare, si teme sempre di essere inopportuni e si finisce per non fare niente... e ci si dimentica che, nella stessa situazione, per noi anche un piccolo gesto sarebbe prezioso... perché non farlo per gli altri allora?

    RispondiElimina
  3. Molto bello Lucy. Mi unisco all'abbraccio a Paola (gli abbracci non sono mai troppi...).
    un bacio
    simo

    RispondiElimina
  4. un pensiero davvero speciale........

    RispondiElimina
  5. Non sapevo che la Paola Sucato fosse la moglie del Prof.
    Per quel che puo' valere mi associo al tuo pensiero: brava brava brava

    RispondiElimina
  6. Sei sempre molto sensibile, e il dolce pensiero che hai avuto lo dimostra :-)

    RispondiElimina