mercoledì 5 settembre 2012

A TAVOLA CON I FIGLI - PAPPA AL POMODORO

 
E se vi dicessi che è la mia prima pappa al pomodoro?!
A volte mi capita di imbattermi in piatti che fanno parte della nostra cultura culinaria, ma essendo non tipicamente della mia regione, non trovo interesse a farli.
Questo comportamento rientra purtroppo in una serie di pregiudizi che pigramente si susseguono in cucina;
 Anche se alla fine non ho seguito nessuna ricetta tipicamente toscana, patria di questo piatto,  mi sono resa conto di non aver mai mangiato un piatto così semplice, sano e saporito come questo.
Vista la dolcezza del pomodoro e il colore molto invitante è sicuramente ottima da proporre ai ragazzi.
E con questa ricetta riprende la rubrica con la dottoressa Stefania Acquaro che ci dara'i suoi preziosi consigli.

1 CIPOLLA
400 GR POMODORI MATURI
200 GR PANE SECCO

1 GAMBO SEDANO
1 SPICCHIO DI AGLIO
FOGLIE DI BASILICO
1 CUCCHIAINO DI ZUCCHERO
OLIO EXTRAVERGINE
SALE E PEPE



Sfregare le fette di pane con la testa di aglio e poi tostare a 200 gradi per qualche minuto in forno.
Intanto pelate la cipolla e il gambo di sedano, tritateli, metteteli nella pentola e fate soffriggere.Mettete successivamente nella pentola i pomodori lavati e precedentemente sbollentati per qualche minuto in abbondante acqua salata, e lo zucchero.
Portate ad ebollizione leggera, e fate cuocere per circa mezz'ora a fuoco basso; unire le fette di pane e poi passate il tutto con un frullatore ad immersione.
A fuoco spento poi regolate di sale e pepe, e lasciate raffreddare un pochino.
Servite con foglioline di basilico, crostini di pane o con crostini di pasta sfoglia a cui date forme diverse.


La doppia piramide alimentare: un’alimentazione sana per tutti  e sostenibile per l’ambiente
La piramide alimentare classica è stata costruita assumendo come modello di riferimento la dieta mediterranea, che si contraddistingue per la completezza e per lo spiccato equilibrio nutrizionale ed è riconosciuta come una delle migliori diete per ciò che concerne il benessere fisico e la prevenzione delle malattie croniche.



Il posizionamento delle categorie di alimenti , nei diversi livelli della piramide, varia in base alla frequenza di consumo suggerita: i cibi collocati vicino al vertice sono quelli che andrebbero mangiati meno spesso, mentre quelli che sono alla base non dovrebbero mai mancare nella tavola. L’inedita piramide ambientale è stata invece costruita  riclassificando gli stessi cibi della piramide alimentare rispetto al loro impatto sull’ambiente. In questo modo si è scoperto che la frequenza degli alimenti era grosso modo la stessa, sebbene invertita. Emerge che l’adozione di un modello alimentare corretto, si traduce con effetti positivi sia in termini nutrizionali che ambientali, incidendo in modo diretto e indiretto sul futuro dei nostri figli.  La zuppa di pomodoro si inserisce ottimamente in questo contesto. Buona  cucina  consapevole!!!!

26 commenti:

  1. E se ti dicessi che io non l'ho mai fatta? E per stasera potrebbe giusto essere l'idea perfetta con gli ultimi pomodori maturi della mamma :) Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  2. una meraviglia, ideale per questa stagione un po' piovosa.
    ciao ciao
    emme

    RispondiElimina
  3. ...ecco, neanche io l'ho mai fatta, ma è da un pò che ci pensavo!
    La tua è bellissima e molto invitante!
    Troppo spesso corriamo dietro alle novità dimenticando la tradizione!

    ciao loredna

    RispondiElimina
  4. Neppure io mai mangiata!!!
    Ha un aspetto molto invitante...da leccare il piatto ;-)
    Un kiss e buona giornata

    RispondiElimina
  5. un classico che preparo spesso anche io. Buonissima! se ti interessa ho un blog per bambini e mammme ai fornelli. Passa a trovarmi su mammachefame.style.it

    RispondiElimina
  6. beh.. pensa che io non l'ho mai fatta la pappa al pomodoro.. l'hai presentata benissimo, complimenti

    RispondiElimina
  7. Che buona la pappa al pomodoro, io l'ho sempre mangiata in giro ma mai preparata. La tua e' presentata perfettamente e chissa che buona, complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La ricetta mi piace, quindi la farò prima che finiscano i pomodori "veri" e non di serra. L'immagine invece è troppo piccola e anche cliccandola non si riesce a capire molto.

      Elimina
    2. cerchero'di sostituirla a breve..grazie del consiglio

      Elimina
  8. Che buona, io l'ho fatta una volta sola ma mi piace da morire, grazie per l'idea!!! (se ti va di passare da me c'è un giveaway!)

    RispondiElimina
  9. Hola Lucy, después de un descanso vuelvo con las visitas.
    Me gusta mucho este plato, tan solo con ver el color tan bonito que tiene apetece mucho.

    Un besito linda,

    RispondiElimina
  10. Bella presentazione di questa buona e classica ricetta
    brava ciao

    RispondiElimina
  11. Anche io non l"ho mai fatta! La tu zuppa ha un bell"aspetto e la piramide nutrizionale ,mi ha convinto a farla. La proverò a breve. Ciao.

    RispondiElimina
  12. Ciao Lucy, ho addocchiato questa foto su fb e già mi intrigava. Ricetta copiata, davvero interessante. Un bacione
    simo

    RispondiElimina
  13. Carissima, non sono toscana di origine ma vivo in questa splendida terra da quasi trent'anni e pertanto ho imparato molte ricette, compresa la pappa, come viene chiamata confidenzialmente. Senza avere la pretesa di essere maestra mi piace comunque darti alcuni piccoli suggerimenti per fare una pappa al pomodoro secondo tradizione: la cosa importante è quella di aggiungere il pane toscano raffermo e non tostato e poi sarà la lenta cottura, con l'aggiunta di brodo vegetale, a rendere il tutto cremoso. Se vuoi potrai provare anche la mia ricetta
    http://lacucinadiziasimonetta.blogspot.it/2010/09/pappa-al-pomodoro.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti mai e poi avrei detto che era la ricetta originale!pero'apprezzo i tuoi consigli e la rifaro'nella tua version e e chissa'che non mi ospiti un vero toscano e me la faccia assaggiare!

      Elimina
  14. L'ajout de pain rassi dans ce potage à la tomate rend cette préparation tout à fait délicieuse! À tester sans faute!

    RispondiElimina
  15. da buona toscana adoro la pappa al pomodoro

    RispondiElimina
  16. Mia cara Lucy mi hai fatto venire in mente il mio viaggio in Toscana di qualche anno faa... la mangiai li per la prima e ultima volta la trovai divina aime' solo un ricordo ... potrei provarla a fare? ma perche' no... grazie cara Lucy... a presto Giovanna

    RispondiElimina
  17. Sono felice che tu abbia provato la pappa al pomodoro e che ti sia piaciuta, i ola trovo deliziosa, anche se è un piatto tanto semplice e di recupero...

    RispondiElimina
  18. buonissima, amo il pomodoro,era tanto che non la facevo domani la propongo alla famiglia..!

    RispondiElimina
  19. Sai che anche io non l'ho mai preparata?
    Devo provarla anche io :-)

    RispondiElimina
  20. Che buona! Assolutamente da far assaggiare ai miei bambini :)
    Grazie della ricetta.
    Da provare.
    Baci, Inco.

    RispondiElimina
  21. sembra ottima! anche io ho un blog, che ne dici di passare? mi farebbe molto piacere =)

    RispondiElimina
  22. Ciao! Ma che bel blog corposo corposo!! Mi ci vorrà una vita per leggerlo! Grazie per la tua visita da me! Ps.....non lo dire a nessuno ma io la pappa col pomodoro non l'ho mai fatta!!! :D :D

    RispondiElimina