sabato 11 febbraio 2012

A PRANZO CON LO CHEF


Leggendo su internet e' definito scontroso e restio alle interviste, aggiungete il fatto che, ancora non so come, mi parti' un messaggio per lui con il nome di un altro chef...insomma il primo pensiero che mi baleno' fu quello di essermi data la zappa sui piedi da sola!
Invece mi rispose subito ed ad accogliermi al ristorante la prima cosa che notai fu un sorriso cordiale e gentile.
Ma di chi sto parlando?...Ma di lui il grande chef stellato Flavio Costa, dell'Arco Antico a Savona.


In sua compagnia le ore passano in fretta, senza che uno abbia il tempo di realizzare che sta parlando con uno dei migliori chef del panorama culinario italiano, un  uomo che non ama mettersi in mostra o apparire in televisione semplicemente perche......ama il suo lavoro, ama consigliare i suoi clienti e stupirli di volta in volta con creazioni che cambiano spesso a seconda della stagionalita' e del suo grande estro.
Il ristorante e' tranquillo, senza troppe pretese architettoniche, si e' rilassati, per poi ridestarsi ogni qual volta un suo piatto arriva in tavola.
E' difficile esprimere a parole le sensazioni che ho vissuto a fianco di questo chef  "appassionato e felice"come ama definirsi lui ma spero che apprezzerete le foto dei suoi piatti alla fine dell'articolo.


Il segreto del suo successo?...grandi materie prime, (che sceglie personalmente), poca manipolazione e artificiosita', che sono solo a scapito del gusto, una cura del dettaglio che si nota nel design dei piatti che cambiano di volta in volta e si accordano con la ricetta, gentilezza e disponibilita' nell'accogliere i clienti e saperli consigliare in un lungo percorso gustativo e il sostegno della sua famiglia.
Un ragazzo normale che crede nel suo lavoro, in una lunga formazione e nella tradizione culinaria di ognuno di noi, un uomo che stupisce per la sua semplicita'  ma grande maestria nel momento stesso in cui vi sedete al suo tavolo.
Ma ora...basta discorsi e facciamo parlare le foto di queste opere d'arte .....


Gamberi rossi di Sanremo su cedro, fiori e erbe con sale di Maldon

Piatti artigianali  di sughero e fiori del suo orto

E dopo questa fantastica apertura a seguire il suo piatto forte che cambia a seconda della stagionalita':
Crema di carciofi con seppie al nero e scorzette di limone candito


j'm sorry....finita velocemente!
Devo dire che ancora con un sapore unico in bocca siamo passati ad un altro grande piatto: triglie scottate con fagioli di Pigna su crema di cipolle ramate di Montoro.


E ora in piatti peruviani...scampi su riduzione di burro bianco e tartufi neri



Pensavate che era finita?..per mia fortuna no, anche perche'questo piatto e'un tripudio di sapori....
Cappelli al ripieno di pesce ed erbe selvatiche su  crema di nocciole piemontesi e crumble di torta salata all'acciuga


e poi....Pescato con purea di carciofo, gambo fritto di carciofo e riduzione di Cinar, ...semplicemente geniale!

e ora chiudiamo in dolcezza, crema chibust bruciata su fragolini e zuppetta di mandarini, e meno male che non ama fare i dolci, ottimo e' dir poco!!


Non vi resta che andare subito da lui perche' e' una esperienza unica!
Non perdetevi l'íntervista a breve su le stelle si incontrano.

18 commenti:

  1. Wau che meraviglia di piatti.. w gli chef!!

    RispondiElimina
  2. Stiamo sbavando sulla tastiera!!!!
    Mitico è dir poco!!!
    Beata te che hai incontrato uno chef così!!!!

    Baciii
    Cri&Anna

    RispondiElimina
  3. Esperienza meravigliosa, le tue foto parlano ed il tuo entusiasmo....direi che non lascia proprio dubbi!!!

    Bravissimi...un bacetto

    RispondiElimina
  4. Oltre che a far venire l'acquolina, sei riuscita a trasmettere tutta lìwmozione di questa giornata. Un bacio, buon we

    RispondiElimina
  5. annoto subito il risto, magari mi trovo a Savona per lavoro... :)
    buon we

    RispondiElimina
  6. mi hai fatto svenire!!!cmq concordo sull'importanza della qualità delle materie prime!

    RispondiElimina
  7. Decisamente una giornata da cinema! E uno dei piatti mi ha letteralmente conquistata(quando leggo nocciole e acciughe vado in visibilio)! Una bellissima esperienza e dal tuo racconto traspare il tuo entusiasmo ancora vivo!

    RispondiElimina
  8. bello vedere i veri professionisti all'opera,c'è tanta gente che si spaccia per tali ma nn lo è!;chiacchierare con passione di ciò che ci piace!
    un'esperienza da invidia!!
    baci

    RispondiElimina
  9. mi hai convinto! me lo segno e mi ci faccio portare alla prossima occasione :) visto che a S. Valentino lavoro...nessuno può dire che è troppo lontano da dove abitiamo, eh?
    buona domenica!
    Valentina

    RispondiElimina
  10. Che meraviglia, complimenti a lui e grazie a te per questa condivisione...ciao.

    RispondiElimina
  11. Sicuramente lo chef e il ristorante che preferisco in assoluto.. il tuo post gli rende giustizia ;) brava!!!

    RispondiElimina
  12. bellissimo post!deve essere stata una bellissima esperienza.grazie per avercela raccontata1

    spery

    RispondiElimina
  13. Post davvero molto bello,complimenti allo chef e grazie per aver condiviso questa esperienza .
    Un bacione e buona serata.

    RispondiElimina
  14. Che spettacolo! Viene voglia di prenotare subito :-)

    RispondiElimina
  15. Che piatti delicati e raffinati...tutto bello davvero!!

    RispondiElimina
  16. Grazie mille Lucia, hai reso perfettamente idea di quello che cerco di esprimere con la mia cucina.

    Un saluto a tutti.

    Flavio

    RispondiElimina
  17. Ciao Lucia, che meraviglia questo post! Ecco è proprio questo quello che intendo dire nel mio post (grazie per il tuo commento!) quando affermo che se vado a cena fuori vorrei sognare e non solo nutrirmi!
    Prendo appunti e programmo una gita a Savona! Grande chef!
    Baci
    Ale

    RispondiElimina