giovedì 1 settembre 2011

GRAZIE


Dire grazie a tutti del vostro affetto e dei vostri auguri è forse un po' poco per cui per chiunque passasse di qui in casa nostra sono pronti i gueffus, …. e per tutti gli altri invece la ricetta.

I gueffus sono dolci tipici sardi (beh, il cognome del piccolo è pur sempre sardo per cui dobbiamo omaggiare la sua terra) hanno forma rotonda, del diametro di pochi centimetri e sono normalmente avvolti da carta velina colorata, con le estremità frastagliate e del colore diverso a seconda delle occasioni da festeggiare.


(x 50 circa)
300 GR MANDORLE PELATE
300 GR ZUCCHERO
1 LIMONE
2 CUCC.ACQUA FIORI DI ARANCIA

Pestate nel mortaio le mandorle e riducetele in farina. Mettete in una casseruola 150 g di zucchero e mezzo bicchiere di acqua: ponetela su fuoco moderato e sempre mescolando lasciate che lo zucchero divenga un denso sciroppo.
Aggiungete allora la farina di mandorle, la scorza grattugiata del limone e due cucchiaiate di acqua di fiori d'arancia. Fate cuocere, mescolando sovente, sino ad avere un composto bene asciutto: versatelo allora sul tavolo di marmo pulitissimo.
Quando l'impasto sarà divenuto tiepido bagnatevi le mani con il liquore e formate con il composto una cinquantina di palline grosse quanto una nocciola. Rigiratele nel restante zucchero, coprendole perfettamente, quindi incartatele una per una come delle caramelle.
Conservatele in scatole di latta o in vasi.

42 commenti:

  1. devono essere squisiti, ne prendo uno volentieri ...ottimi anche per chi è intollerante al glutine!^_^
    ...risp qui al post precedente
    BEN ARRIVATO RUBEN!!!!!

    RispondiElimina
  2. che belli da vedere, quanto vorrei assaggiarne uno !!!

    RispondiElimina
  3. Che belli, sono davvero una piccola metafora del nuovo; avvolti delicatamente nella carta velina sembrano piccole fragili entità da proteggere. Come la tua splendida creatura, a cui mando un bacino lieve ed uno grande per la sua mamma. Auguri ancora. Pat

    RispondiElimina
  4. Che belli, semplici da fare e sicuramente buonissimi. Ciao.

    RispondiElimina
  5. Che bel modo di festeggiare!!!!
    Grazie mille per la ricetta, la devo provare subito!!!
    Un bacio a te e al piccolo!

    RispondiElimina
  6. Quest'anno ho rinunciato a comprarli in Sardegna: avevano un prezzo scandaloso (quasi come i traghetti!), ma mi sono ripromessa di farli al mio rientro. Certamente seguirò la tua ricetta, visto che ti sono venuti così bene!! Un bacione e a presto!!!!

    RispondiElimina
  7. assaggiati!!! sono troppo buoni!!!!

    RispondiElimina
  8. Innazitutto tantissimi auguri al piccolino appena arrivato e anche alla sua mamma :))
    Questi dolcetti li conosco benissimo..i miei sono sardi e la mia mamma me li faceva spesso quando ero piccola..adesso che ci penso è un po' che non li fa.. ;))
    Baci

    RispondiElimina
  9. Oh signur con questi bon bon potrei farmi seriamente del male! Non sono golosa ma quando si tratta di pasta di mandorle perdo la testa!
    Un bacione alla mamma e uno più grande al piccolino :)

    RispondiElimina
  10. Potrei mangiarne fino a farmi venire il mal di pancia!!!! Grazie per la ricetta, e tanti sbaciucchioni al piccolino!

    RispondiElimina
  11. Mi accaparro subito la ricetta...

    RispondiElimina
  12. Sei incredibile ;-)))! Anche il post tutto azzurro per il pupetto, sei già riuscita a fare! Ottimi questi dolcini e bellissimo l'utilizzo della carta velina nelle foto! Un baciotto a te, uno al piccoletto e ovviamente anche al "mio amico" Sam :-)!

    RispondiElimina
  13. Un mondo di auguri, che bello!!!!
    E grazie, non sai da quanto cercassi una buona ricetta per questi dolcetti che adoro :-)

    RispondiElimina
  14. Ma che ricordi...questi dolci ce li portava sempre un amico di famiglia dalla Sardegna e io li adoravo proprio per quella confezione così eterea e quel gusto!!!
    copio copio e ancora auguri al nuovo arrivato!!!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  15. Arriviamo in ritardo ma arriviamo ...
    Congratulazioni e augurissimi per il lieto evento ...
    Un abbraccio dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  16. perdonami per il ritardo maci tengo ad unirmi al coro di auguri...BENVENUTO RUBEN!!!!!contratulazioni a voi nuovi genitori...sono nata anche io di 7 mesi...ma credimi ho recuperato alla grande!
    un abbraccio
    Marika

    RispondiElimina
  17. Tantissimi auguri per il lieto evento!
    Questi dolcetti mi portano indietro con la mente quando mi sono sposata e degli amici venuti dalla fantastica Sardegna mi hanno portato tantissimi dolci avvolti in coloratissime cartine !

    RispondiElimina
  18. Ecco, sono sicura che ne avessi davanti un kg me li mangerei come fossero ciliegie! Tutto ciò che contiene mandorle mi fa impazzire! Bellissimi i tuoi dolcetti, non li conoscevo! Kiss

    RispondiElimina
  19. Tiene un aspecto de lo más sugerente! estoy deseando pasar por la Cerdeña para probar esa exquisitez!un beso wapísima.

    RispondiElimina
  20. ma che belle queste gueffes!! dovrò provare a farle anch'io!! un bacione

    RispondiElimina
  21. Sono appena rientrata e trovo questa bella sorpresa! Tantissimi auguri per la nascita del piccolo Ruben!

    RispondiElimina
  22. WOW! congratulazioni!! (anche se un po' in ritardo)
    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  23. Ciao Lucy, seppur in ritardo mi unisco al coro degli auguri per l'arrivo di Ruben!

    Un abbraccio alla vostra bella famiglia

    RispondiElimina
  24. Buonissimi!!! Li faceva spesso mia mamma quando ero piccola... A me che adoro le mandorle sembravano un dono divino!! Tanto dolci che ti si cariano i denti solo a quardarli... Complimenti!

    RispondiElimina
  25. davvero strani, ma sicuramente buonissimi, provero a farli

    RispondiElimina
  26. buonissimi! ma tu sei formidabile...come fai ad avere il tempo di postare con il nuovo arrivato?sei una supermamma!!!!

    RispondiElimina
  27. Mi prendi per nostalgia, oltre che per la gola; questi erano i dolci della mia infanzia, noi in Gallura li chiamiamo sospiri, ed oltre che buoni davano tanta allegria. Grazie per avermi ricordato che esistono, vikvendo fuori Sardegna da tanti anni.

    RispondiElimina
  28. buonissimi! Ne prendiamo uno virtualmente!!

    RispondiElimina
  29. non conoscevo questi dolci, mi piacerebbe provarli, un abbraccio

    RispondiElimina
  30. K belli sono! Complimenti e ancora auguri!!:)
    Un grande :)

    RispondiElimina
  31. Sono sarda e conosco bene questi dolcetti!! E' arrivato un nuovo cucciolo, tanti auguri!

    RispondiElimina
  32. EHi ma che bella notizia!!!! Non sapevo nulla...ho letto il post qui sotto e mi sono commossa! Benvenuto al piccolo giramondo (che non avuto l'onore di "conoscere" al corso di cioccolato...ehehehe) e un saluto affettuoso alla sua mamma
    un abbraccio
    simo

    RispondiElimina
  33. Li ho assaggiati anni fa a un battesimo, sono buonissssssssssimi!! :-)

    RispondiElimina
  34. Ma che idea carina, i dolcetti incartati uno ad uno sono un'idea carina per viziare gli ospiti :-)

    RispondiElimina
  35. Una vera prelibatezza per il palato raffinato, soprattutto per un gourmet opportunità, grande, grande abbraccio.

    RispondiElimina
  36. Un dei piú beli, dolci e sentiti grazie che abbia mai visto e sentito. E mi hai lasciato una gran voglia di provarli !!

    RispondiElimina
  37. Ciao ricambio molto volentieri la tua visita, orgogliosissima che tu abbia presentato questo bel dolcetto sardo che è sempre presente sulla tavola delle feste. Mi inserisco subito tra i tuoi sostenitori!

    RispondiElimina
  38. ho visto ora la notizia! tantissime congratulazioni! e questi dolcetti....non li avevo mai visti, ma fanno una voglia!

    RispondiElimina
  39. auguri al nuovo arrivato.
    mi hanno portato questi dolcetti dalla Sardegna, sono meravigliosi, ma non sapevo che fossero cosi' facili da realizzare.

    RispondiElimina
  40. Devono essere deliziosi! E poi, i dolci Sardi sono molto buoni. Un'ottima idea anche per fare un presente. A presto,

    Nadia - Alte Forchette -

    RispondiElimina
  41. Ero convinta che fossero tipici siciliani, ne ho mangiati di molto simili(a me sembrano uguali) nella pasticceria di Maria Grammatico ad Erice. Adoro i dolci alle mandorle, quindi te ne prendo uno:) e ti faccio di nuovo tanti auguri per Ruben.

    RispondiElimina