venerdì 25 febbraio 2011

EATING OUT A TORGNON


Eccomi qua con l'appuntamento dell' eating out!.
Dopo la gita al mare per par conditio non poteva mancare una tappa in montagna approfittando delle belle giornate e della neve rimasta.
La meta del viaggio è Torgnon.
Torgnon è un comune di 538 abitanti, compreso tra 800 e 3.320 metri di altitudine,appartenente alla Valtournenche, valle laterale della Valle d'Aosta.
Una delle principale risorse economiche di Torgnon è il turismo, soprattutto invernale, grazie al comprensorio sciistico presente nei pressi della località, è attrezzato con impianti che consentono di scendere su piste belle e alla portata anche degli sciatori alle prime armi; splendide poi quelle per lo sci di fondo che sbucano dalla foresta per offrire alla vista ampi ed incantevoli panorami.
Torgnon quindi è piccolino ma di sicuro vi riserverà molte sorprese come per ad esempio l'ospitalità.
Nel paesino non vi sono negozi alimentari di rilievo ma vi posso assicurare che il supermercato principale è ben rifornito e contiene anche prodotti di produttori locali;meritano di essere nominati
i prodotti dell'agriturismo Boule de Neige in fraz. Mazod 16, a circa 4 km. dopo il paese.
Producono formaggi, latte, burro e yogurt che sanno di buono e naturale e risentono molto dell'influenza della natura.
Sicuramente da provare il formaggio il Bleu di Torgnon, che producono solo loro: formaggio a pasta erborinata intenso e piccante.
Dunque se dopo una bella sciata non è abbastanza un bel panino e formaggio dei produttori locali non vi resta che andare a mangiare fuori e qui invece tante sono le proposte.
Sdolcinata non lo sono ma romantica sì, per cui vi propongo una bellissima cena in baita con gita in motoslitta; in mezzo ad un paesaggio innevato al chiaro di luna e accompagnati da una miriade di stelle ecco che le motoslitte vi porteranno in una graziosa baita dove potrete gustare dell'ottimo cibo.
Noi siamo andati al ristorante a conduzione famigliare Des Troncs , situato nella conca di Chantorné, (Loc. Chantorné Tel. 335.5950673):il locale si presenta in pietra e legno nel rispetto dell’architettura valdostana.
Ve la consiglio per diversi motivi:cucina casalinga ma ottima e gustosa, ambiente accogliente, celerità nel servizio (che avendo un bambino non sapate come lo apprezzi), garbo e cortesia e poi il prezzo!
Vi verranno proposti piatti della tradizione valdostana - quali crespelle, polenta concia e polenta accompagnata da carni (spezzatino, carbonade, salsiccetta, selvaggina) -affettati locali tra cui la mocetta, e tra questi quello che ho gradito particolarmente il lardo con le castagne nel miele
Adesso vi propongo la mia versione che so essere leggermente diversa dalla loro, ma è comunque ottima.

Premetto che le dosi sono un po' significative,dipende se volete ottenere un piattino da antipasto o qualcosa di più sostanzioso

100 GR LARDO D'ARNAD
10 CASTAGNE PULITE E COTTE
2 CUCCHIAI DI MIELE DI CASTAGNO
1 PRESINA DI BURRO

Disporre le fette di lardo d'Arnad su un piatto.
Intanto prendere le castagne che avete precedentemente pulito e bollite e sbriciolarle con la forchetta leggermente.
Mettere sul fuoco il miele e una presa di burro e appena si scioglie versarvi le castagne.
Spegnere il fuoco e amalgamarle nel sughetto.
Lasciar raffreddare leggermente e poi versale sopra il piatto facendo colare anche il liquido sopra il lardo.

La prossima volta però mi sono ripromessa che proverò ad assaggiare una loro specialità tipica gli “gnocchi del dau": a base di polenta, conditi con radicchio e una infusione di formaggi!

Spero come sempre di avervi ispirato per una bella gita, dove dopo una bella camminata o sciata sono sicura che vi coccolerete con dell'ottimo cibo.
A presto!

33 commenti:

  1. Mi sto pentendo di aver lasciato domenica una confezione di lardo d’Arnad al market dell’autogrill a Bologna!!! Ma anche quegli gnocchi devono essere strepitosi a sentirne la descrizione. Un baciotto, buon we

    RispondiElimina
  2. Mamma mia a me quel lardo! :)
    Mai stata in quella zona devono essere posti splendidi

    RispondiElimina
  3. Che spettacolo Lucy!!!La cena in baita con la motoslitta deve essere veramente qualcosa di meraviglioso! Il fatto che nei negozi trovi prodotti di produttori locali, mi da idea di genuino e fa capire che sono profondamente legati al territorio. Inoltre come dici tu quei prodotti saranno sicuramente di una qualità molto superiore rispetto a quelli che si mangiano solitamente e visto che io sono una patita dello yogurt non sai come mi piacerebbe assaggiarne uno di altissima qualità!!!Bellissimo anche il piatto che proponi tu. Bello calorico come si addice ad un piatto montano, deve fare la gioia di chi lo assapora...Mi hai fatto venire voglia di montagna sai?! Un bacione

    RispondiElimina
  4. Buongiorno ... sai leggendo questa ricetta mi hai fatto trovar eil modo di consumare quelle 4 castagne che ancora ho ... sono pochine per fare delle grosse preparazioni ma essendo circa una ventina posso tranquillamente farle così .

    RispondiElimina
  5. Una meraviglia in cui noi, viaggiatori golosi ci perdiamo volentieri !!!
    Ciao Lucy un bacione e bun week end ...

    RispondiElimina
  6. buono, però gli gnocchi devono essere ancora più goduriosi!

    RispondiElimina
  7. ispiratissima!!!!!!!!!!!!!
    mi piace tantissimo!!!!
    bacioni cara

    RispondiElimina
  8. ..che bel piatto, a quest'ora lo vedrei ottimo come antipasto, con un bel calicetto di bianco frizzante. Chissà che specialità!

    RispondiElimina
  9. un piatto wowwwwwwww da urlo e il paesaggio meraviglioso!bacioni,imma

    RispondiElimina
  10. Che piatto da leccarsi i baffi bono!e le foto fantastiche!!
    bravissima cara
    baci Anna

    RispondiElimina
  11. Che ricetta particolare :) ciao
    bella gita

    RispondiElimina
  12. Il lardo... che bontà !!! Un piatto a dir poco invitante!!!

    RispondiElimina
  13. hermoso viaje y hermosa comida! :)

    RispondiElimina
  14. COMPLIMENTI PER TUTTO!!!IO ADORO IL LARDO POI SO'CHE IN QUESTI PAESI E' VERAMENTE BUONO!!!
    OTTIMA ANCHE LA TUA VERSIONE!!!
    BUONA CUCINA!!!!

    RispondiElimina
  15. che golosità! raffinata ed elegante! bellissime foto!

    RispondiElimina
  16. che meravigliaaaaaaaaaaaaaa! ho tutti gli ingredienti e la faccio!!!!!! baci e grazie della ricetta!

    RispondiElimina
  17. e' tutto così carino, ricetta particolare e ottima!! felice weekend!

    RispondiElimina
  18. Che bello e romantico poter andare a cena al chiaro di luna con la motoslitta...immagino l'atmosfera stupenda! Non ho mai visitato quelle zone ma mi piacerebbe molto! Come mi piacerebbe tantissimo gustare questo ottimo lardo d'Arnad! Grazie per la gita, un abbraccio!

    RispondiElimina
  19. Fantastico il tutto...e quel lardo è un qualcosa di paradisiaco..lo mangiai 2 anni fa..:-P
    Un bacione a presto*

    RispondiElimina
  20. Avevo una compagna di classe delle elementari che andava sempre in vacanza a Torgnon, eravamo tre montanare: io a Bardonecchia, lei a Torgnon e un'altra a Predazzo. Che meraviglia il tuo piatto di lardo miele e castagne!! e che bella la tua rubrica del fuori porta!! Chissà dove ci porterai la prossima volta! Un abbraccio, buon week end (a zonzo?)

    RispondiElimina
  21. Adoro andare a mangiare fuori e a trovare posti nuovi - magari locali tipo agriturismo con prodotti tipici, fatti in casa, piatti genuini e deliziosi...Mi hai fatto venire voglia di un'altra gita!! :D Buon weekend!

    RispondiElimina
  22. che acquolina che mi hai fatto venire, con foto, ricetta e post...
    ottimo tutto, bacioni e buon weekend.

    RispondiElimina
  23. Che meraviglia ti invidiamo tantissimo vorremmo troppo essere liiiiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
  24. quel lardo dev'essere una squisitezza, io non l'ho mai provato! che belle le tue foto!

    RispondiElimina
  25. ma qui si va sempre in giro?!! :D
    ma dimmi ora dove trovo il lardo d'arnad che mi hai fatto venire voglia? :)
    buon we mia cara!

    RispondiElimina
  26. I sapori della "nostra" Valle! Che bello

    RispondiElimina
  27. Ogni nuovo appuntamento con la tua rubrica è stimolante e mi fa amare ancora di più la monttagna ....

    RispondiElimina
  28. Inanzitutto complimenti per questa bella ricetta, un tantino calorica, ma ogni tanto si può anche fare e poi complimenti anche per il bel viaggio fatto:)))
    Buona domenica

    Raffa

    RispondiElimina
  29. Lucy cara, che posto incantevole e che sapori autentici, gustosi... una delizia in ogni dettaglio... e crece il desiderio di viaggiare e di scoprire... ah! che sogno... Un abbraccio. Deborah

    RispondiElimina
  30. Favoloso!!! Ma sai che io l'ho mangiato a Colonnata il lardo fatto così? :D
    Un abbraccio Lucia!

    RispondiElimina
  31. Wish all of the network of friends have a new start .
    Scarves Scarves
    hope you have a great 2011. Thanks for the link, sweetie!
    Titanium Necklaces

    RispondiElimina