martedì 25 gennaio 2011

PER LA PRIMA VOLTA...



Oggi il post sarà un po’ lunghino ma ci tengo a mettervi al corrente di una piacevole scoperta..
Sapete che il mio buon proposito dell’anno nuovo è quello di colmare le mie lacune culinarie: mi rendo conto che sono moltissime per cui penso che un anno intero non basterà; il bello di questo mondo è la varietà e la quantità di nozioni che si possono apprendere.
Ora già da un po’ nella dispensa era fermo un barattolino di cicerchie.
La cicerchia è un legume già conosciuto e apprezzato fin dall'antichità, viene seminata nel mese di gennaio e raccolta a luglio e agosto.
Assolutamente poco in uso nell'Italia del Nord per me è stata una vera e piacevolissima scoperta; caratterizzata da una forma, piccolissima, anzi alle volte purtroppo non si distingue dai sassolini dei campi e per il suo colore che va dal grigio al marrone chiaro.
Il gusto è veramente particolare, io le ho fatte cuocere in modo da renderle morbide ma non spappolate e nella zuppa le ho solo schiacciate un po' con la forchetta, non volevo rendere una poltiglia informe!
Ho anche pensato di abbinare questo legume a delle splendide mazzancolle per provare un abbinamento terra mare, il tutto con una nota persistente di aglio, una nuvola di prezzemolo fresco e il tocco frizzante del peperoncino!



180 GR CICERCHIE CAMPI FLEGREI di Delizie Onesta Cucina GAROFALO
1 SPICCHIO D’AGLIO
PREZZEMOLO a piacere
SALE, OLIO
100 GR MAZZANCOLLE
PEPERONCINO

Mettere in ammollo le cicerchie per almeno 12 ore e poi buttare via l'acqua.
Risciacquare e poi metterle in un tegame di coccio con dell' altra acqua salata per farle cuocere (come detto prima non so dirvi il tempo preciso ma le ho guardate in modo che fossero della consistenza desiderata).
A parte in un pentolino antiaderente versare un filo d'olio e lo spiccio di aglio schiacciato.
Aggiungere le mazzancolle e farle sfrigolare.
Quando le nostre cicerchie saranno pronte io le ho schiacciate con la forchetta in modo che alcune siano rimaste intere.
Versare nelle fondine, aggiungere i gamberoni, una generosa tritata di prezzemolo fresco, un filo di olio a crudo e un pizzico di peperoncino.



Semplice e rustica ma veramente molto gustosa e per chi non le conoscesse un invito a provarle!

42 commenti:

  1. ne ho sempre sentito parlare,ma non l'ho mai provata...come sono curiosa ^.^ dev'essere buonissima...e poi con la mazzancollotta a dare un tocco marino è venuta fuori una pietanza davvero elegante, nonostrante la cicerchia abbia origini "povere"!!! Bellissimo piatto!!!Lucy ti mando una bacione grosso come il mondo :D smack

    RispondiElimina
  2. non conosco questo legume, rende questo piatto particolare, un saluto.

    RispondiElimina
  3. Le minestre mi piacciono sempre e questa mi sembra davvero ottima!!

    RispondiElimina
  4. Le proverò! L'abbinamento alla mazzancolla mi solletica parecchio!

    RispondiElimina
  5. La conosco solo di nome ma non l’ho ancora mai assaggiata. Eppure sono tentatissima. L’unica cosa che mi frena, non avendo la pentola a pressione, è il tempo di cottura. La tua zuppa ha un’aria divina, io poi adoro l’abbinamento dei legumi con il pesce e la nota piccantina...beh, rende tutto speciale. Bacioni

    RispondiElimina
  6. Nemmeno io le ho mai provate!
    Certo che tesoro a guardare questa foto ci fai venire voglia di correre a comprarle!
    Questa crema dev’essere favolosa, e deve avere un profumino notevole, mi piaceeee!
    baci

    RispondiElimina
  7. Ce l'ho anche io il barattolino di cicerchie Garofalo che al momento fa bella mostra nella vetrina(il packing è veramente bello)...Pensavo anche io di farci una zuppa, ma l'idea di abbinarci il pesce non mi aveva nemmeno sfiorata...La tua zuppa sembra golosissima e a questo punto mi hai veramente incuriostà...Le veglio provare al più presto!!!Poi visto che la confezione mi piace dentro al posto delle cicerchie ci metto dei sassolini chiari(tanto sono simili, no?!?) e così il pancino sarà pieno e il barattolo anche! Un bacione

    RispondiElimina
  8. Le cicerchie le conosco bene ed anch'io le apprezzo tanto!!Lucy le hai cucinate divinamente e l'accostamento con le mazzancolle lo trovo "azzeccatissimo""!Proverò di sicuro!!
    Un bacio cara e bellissima giornata!

    RispondiElimina
  9. le cicerchie non le mangio da una vita, le cucina sempre mia madre e devo dire che sono proprio buone!!! L'accostamento con i gamberi non è niente male, complimenti per l'idea

    RispondiElimina
  10. le mangio nei ristoranti ma di comperarne acnora non mi è mai successo,non sò perchè poi,visto che mi piacciono ;P

    RispondiElimina
  11. Sono una convinta assertrice dell'abbinamento legumi+pesce, ma con le cicerchie (che tra l'altro amo molto) non ho mai provato, mi intriga molto!

    RispondiElimina
  12. CIAO.......Questa ricetta è molto interessante e molto gustosa
    BACI MARIMI

    RispondiElimina
  13. Che spettacolo sei troppo brava Lucy ...
    un bacione dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  14. Anch'io non le conosco e a dire la verità non le ho mai viste. Proverò a fare più attenzione. Questo genere di minestre comunaque mi piace molto e sulla mia tavola d'inverno la fanno da padrone. Mi piace molto l'idea della mazzancolla, brava. Un bacione

    RispondiElimina
  15. Creo que no la conheco... Pero se y quedado riquisssima. Esta con um aspecto delicioso.
    Besitos

    RispondiElimina
  16. anch'io non le conosco...bisogna rimediare allora...........sai che buone!!
    buona giornata!

    RispondiElimina
  17. Che bella foto sognante...
    Anche io ho delle cicerchie in credenza che aspettano l'ispirazione del momento. La tua soluzione è molto intrigante e delicata. Più della mia che già stava per svilupparsi con pancette e sapori contadini!

    RispondiElimina
  18. assolutamente mai mangiato, ma la tua foto mi fa ingolosire.
    un bacione

    RispondiElimina
  19. Mi piacciono molto le cicerchie e con il pesce sono da provare, brava !
    Abbraccio, Simona

    RispondiElimina
  20. Quando passo dal tuo blog imparo sempre qualcosa di nuovo!....grazie tesoro!...ottima ricettina!

    RispondiElimina
  21. Mai provato questo legume, e confesso di non avelo mai sentito nominare. Lo cerco e lo provo, visto le foto di un piatto così gustoso!Un abbraccio, buona giornata.

    RispondiElimina
  22. Parlando di lacune culinarie non saprei proprio da dove cominciare,...anzi sì, per esempio da queste cicerchie. Perciò ti ringrazio di avermele fatte cocnoscere in questa splendia preparzaione terra-mare piccantella che sarà una vera goduria ^_^

    Buona giornata

    RispondiElimina
  23. quando ero bambina e chiedevo a mia mamma cosa preparasse per pranzo mi rispondeva ridendo "e cicercie" ma alla fine il pranzo si presentava tutta un altra cosa..poi crescendo ho capito del significato della risposta...ma adesso però vengo a conoscenza delle vere cicerchie non le ho mai comprate anche se nei negozi le ho viste mi son sempre chiese quale fosse l'uso...
    e la tua ricetta e stupenda nonchè buonissima anche con l'accoppiamneto del pesce...
    bravissima cara..mi segno la ricetta..
    un abbraccio da lia

    RispondiElimina
  24. squisitissimaaaaaaaaaaaa!!! complimenti...

    RispondiElimina
  25. buonissimaaaaaaaaaaaa, e poi ne ho sempre sentito parlare ma non credo di averla mai mangiata...non si finisce mai di imparare!
    un baciotto ^*^

    RispondiElimina
  26. cOMPLIMENTI QUESTA MINESTRA E' MERAVIGLIOSA!!!

    RispondiElimina
  27. Una receta maravillosa, se ve deliciosa del todo.

    saludos

    RispondiElimina
  28. Questa minestra è una signora "minestra" troppo bella e saporita bravissima un bacione
    Anna

    RispondiElimina
  29. Mai provate nè viste le cicerchie, ma adoro i legumi e questa minestra è molto invitante! Ciao

    RispondiElimina
  30. Io ho scoperto questo legume in Umbria e ne sono rimasta affascinata!
    Per molto tempo a Roma non l'ho trovato, ma ora lo prendo alla coop :-)
    Devo provare assolutamente la tua ricetta!

    RispondiElimina
  31. Mi sembra davvero una ricetta invitante!!!!Brava!!!

    RispondiElimina
  32. anche io l'ho scoperta tardi, con la macrobiotica e la trovo ottima!
    come è ottima la tua proposta cara lucy
    W la cicerchia!

    RispondiElimina
  33. interessante e gustosa e poi bello cimentarsi sempre inq ualcosa di nuovo.. complimenti

    RispondiElimina
  34. Ma che sperimentatrice che sei ! Le cicerchie non l'ho mai mangiate e sembrano proprio invitanti ! Ciao Lucy, un abbraccione !!!

    RispondiElimina
  35. ottima ricetta
    deve essere molto buona e saporita
    ciao katya

    RispondiElimina
  36. ..pensa che le cicerchie non le ho nemmeno mai viste, ahimé che mancanza! La tua zuppa però è molto invitante e..siamo in telepatia! ti scrivo una mail e ti spiego. ciao!

    RispondiElimina
  37. So cosa sono ma non le ho mai mangiate e non credo le mangero' finche' non capitero' in Italia per un viaggio... chissa' che buono l'insieme!

    RispondiElimina
  38. Abbinare legumi e crostacei è una bella idea stanno sempre bene e poi se i legumi sono le cicerchie ancora di più! anche io dovrei prendere esempio da te e cimentarmi nelle preparazioni che rappresentano anche le mie lacune culinarie. In bocca al lupo per il tuto buon proposito

    RispondiElimina
  39. Lo voglio anch'io lo sponsor di cicerchie, ne faccio largo uso :-D. Perfetto l'abbinamento col "crostaceo", io lo abbino coi cannellini e quant'altro, bacio.

    RispondiElimina
  40. Jolie, cette recette!
    Il en reste encore? ;)

    RispondiElimina
  41. Scrivo in clamoroso ritardo...
    Ecco questa e' una delle mie ricette preferite. Se posso dare una piccola ma estetica variazione, spesso nelle cene con piu' persone trasformo la zuppa in vellutata e la servo a cucchiaio con la mazzancolla sgusciata ed un tocco di olio a crudo. Prendendo le mazzancolle surgelate della Metro, ne esce un piatto economico e poco impegnativo come temp, ma di grandissimo impatto.

    RispondiElimina