Powered by Blogger.

TRIGLIE IN CROSTA DI PISTACCHI E ARANCE




Amo il pesce, e in casa non manca mai sulla tavola almeno due volte la settimana come effettivamente indicano i nutrizionisti e per fortuna ho l'approvazione dei miei figli!.
Mi piace molto andare dal pescivendolo e scoprire le varietà di pesci freschi del bancone e da lì prendere l’ispirazione per la ricetta come queste triglie di “fango” in crosta di pistacchi e arance.
La triglia di fango vive nei fondali bassi e fangosi e sabbiosi dove si muove alla ricerca di cibo; viene quindi pescata a poca profondità (10/12 metri) nel periodo autunnale o primaverile.
Il pesce si distingue dalle triglie di scoglio per un colore meno vivace, ha la carne più grassa ma meno spine; per meglio valorizzarla bisogna pulirla subito, eviscerarla completamente per rimuovere tracce eventuali di fango.



6 BELLE TRIGLIE
50 GR PANE
1 ARANCIO
30 GR PISTACCHI
 60 GR circa PANE SECCO
OLIO EVO

Sbriciolare il pane  secco e poi unire il trito di pistacchi e la scorza di arancio grattata.
Pulire bene le triglie e ricavare dei filettini che passeremo ulteriormente sotto l’acqua corrente.
Asciugarli con della carta assorbente e poi metterli a marinare nel succo di arancio  e un filo di olio.
Coprire e  lasciar riposare al fresco per almeno un’ ora.
Trascorso  il tempo riprendere i filetti e passarli nel trito di pistacchi e poi passarli delicatamente nella padella con un filo di olio. Lasciare qualche minuto per lato.
Servire subito.