mercoledì 25 aprile 2018

LUXEMBOURG - guida gourmet

Sapete ormai quanto ami girare e vedere i posti che ci circondano, scoprire città e nuove culture e soprattutto mangiare e ad assaporare piatti sfiziosi.
Ci sono mete che poi ti colpiscono particolarmente, mete che ti entrano nel cuore e che non vedi l'ora di consigliare.

Ebbene una di questa è la città di Luxembourg: città ricca di contrasti, i palazzi moderni con le antiche mura e l'assetto della città come una volta, la ricchezza e la fretta di uomini d'affari in contrasto con la movida della sera, il grigio della maggior parte delle giornate in contrasto con i colori accesi e il verde che la circonda.







Ovunque ordine, pulizia e un senso di tranquillità; ideale per essere girata a piedi, anche se a dirla tutta i mezzi locali sono comodissimi e per un giorno il biglietto costa 4 euro.
Tanti sono gli angolini in cui fermarsi per prendersi una pausa ma andiamo lentamente, come del resto merita una visita a questa città.


Prima di tutto la visita alle casematte du Bock, oggi patrimonio dell'Unesco, un dedalo di mura di circa 20 km di lunghezza, passaggi segreti e finestre da cui godere una vista mozzafiato.


Finito il giro nei sotterranei è il momento di uscire all'aperto e godersi i quartieri del Grund, Clausen e Pfaffentall,  antichi quartieri di artigiani che adesso fanno parte del centro storico, patrimonio dell'Unesco,  in cui si alternano i palazzi antichi, come la camera dei deputati, la cattedrale con place de la Concorde a negozi di alta moda, ristoranti chic e locali alla moda pieni fino a tardi dai giovani.


Qui soffermarsi nei locali a prendere un aperitivo, o degustare un'ottima cucina è d'obbligo.
Prendetevi il vostro tempo e godetevi una città assolutamente meravigliosa.
Vi lascio alcuni indirizzi imperdibili
Brasserie Bosso, piatti tipicamente del posto, luogo molto affollato, prezzi medi e porzioni abbondantissime.


Goethe Stuff, locale davvero molto raffinato con cucina dalle inflessioni francesi, particolare nel suo stile, primeggiano le tarte flambèe salate e les escargots.


Come bar vi consiglio Il lady Jane, circondato da un alone di mistero perchè si apre solo con una password che cambia ogni settimane e il Go Ten (con in lista più di 40 gin)



Un occhio particolare alla pasticceria, qui trovate i nomi più famosi ma se volete dedicarvi una pasusa pranzo sfiziosa e molto soddisfacente a livello calorico vi consiglio la boulangerie Paul, quasi commovente dati i prezzi standard della città!





Pronti a partire?..io rifarei le valigie anche adesso!

Nessun commento:

Posta un commento