venerdì 12 giugno 2015

LYON E PAUL BOCUSE

Lione non è solo una città artistica di grande interesse e valore storico artistico di cui vi parlerò in seguito, ma è anche la capitale gastronomica francese.
Complice la fortuna di poter reperire i migliori prodotti della Francia, come il pollo di Bresse, il manzo Charolais, i formaggi dell’Alvernia e dell’Ardeche, la frutta e verdura della valle del Rodano.
Nella variegata offerta culinaria di Lione spicca ovviamente la figura di Paul Bocuse, uno degli inventori della nouvelle cuisine e sicuramente ancora oggi il pilastro portante della cucina francese.
 



A lui è stato anche intitolato il mercato chiuso di Halles de Lyon; qui dove lo chef faceva la spesa per i suoi ristoranti si possono trovare tutti gli ingredienti di prim’ordine e non mancano bar e ristoranti per le degustazioni.
Lo Chef Paul Bocuse è stato formato da Mère Brazier, la prima donna ad aver ottenuto per 2 volte 3 stelle della guida Michelin nel 1933.
Se volte un vero e proprio viaggio nell’alta cucina francese non mancate di prenotare all’Auberge du Ponte de Colonges, un vero e proprio tripudio di fois gras, tartufi, aragoste e ostriche.
Se invece non volte perdere in qualità ma a costi più contenuti provate le 4 brasseries, Le nord, Le Sud, l’Est e l’Ouest nei quattro punti cardinali della città.

Personalmente ho provato l’Ouest e devo dirvi che sono rimasta particolarmente colpita nel prezzo vista la qualità dei piatti provenienti da una cucina a vista e con un executive chef che dirige un’orchestra” di cuochi.








Se volete poi godere al massimo di queste esperienze culinarie non perdetevi la Bocuse d’Or, il concorso culinario più prestigioso del mondo che avviene ogni due anni ad autunno.
E come è scritto in cucina “le bonheur est dans la cuisine”…io ne sono convinta!


3 commenti:

  1. Bellissimo post, quei dolci poi.... me li mangerei tutti!

    RispondiElimina
  2. Ogni volta che penso alla Francia sono pronta a partire... Piatti molto invitanti e una frase azzeccata.
    V.

    RispondiElimina
  3. Certo che non si può resistere difronte a queste portate... tutte da provare :)
    Ti abbraccio

    RispondiElimina