venerdì 22 febbraio 2013

ANSIA DI VOLARE..RISOLVIAMO..



Il motivo della mia assenza della scorsa settimana è che sono andata in vacanza: crociera nell’Oman.
Adoro viaggiare ma da qualche anno soffro terribilmente di ansia quando devo prendere un aereo,.. affrontata pero'questa volta con un giusto “antidoto”.
Volete sapere come ho fatto a superare le mie paure?...semplicemente impegnando il mio tempo in un’indimenticabile pranzo a Il Canneto, Milan Sheraton Malpensa.
Fatto il check in e quindi liberi dalle valigie e con la mente ormai altrove, potete sedervi guardando il Monte Rosa e iniziare così un vero proprio viaggio di sensazioni e stati d’animo.
L’Executive Chef Enrico Fiorentini ha avuto modo di stupirmi una volta di più facendomi assaporare piatti inediti, veri e propri capolavori di fantasia e conoscenze culinarie che hanno conquistato sia i grandi come i più piccini.




E visto che i food blogger non sono mai in vacanza, ho rubato questa ricetta per Voi, consigliandovi vivamente il mio “antidoto” per l’ansia di viaggiare!



Gamberi in granella di “Tonda Gentile Trilobata”, compostina d’arancia e cannella yogurt e caffè
 
Ingredienti  (per 4 Pax)
 
8              Pz                                            Gamberoni
200          gr                                             Nocciole della varietà Tonda Gentile Trilobata delle Langhe (Piemonte)
150          gr.                                            Sedano verde
125          gr.                                            Yogurt bianco magro
2              cucchiai da tavola                  di caffè Moka forte
 
Per la marmellatina
300          gr.                                            arance
150          gr.                                            zucchero di canna
2              stecche                                    cannella
 
Motodo & Preparazione
 
Pelare le arance a vivo, ricavarne i filetti facendo scivolare la lama di uno spelucchino affilato tra una membrana e l’altra, incidere fino al centro del frutto, girare di 45° la mada e lo spicchio a vivo salterà via..
Spremere i resti delle  arance aggiungere ai filetti ed in un pentolino a fuoco basso con lo zucchero di canna e la cannella.
Cuocere la marmellatina fino a denistà desiderata, prelevandone un paio di ucchiai quando ancora piuttosto liquida per farci marinare i gamberi precedentemente puliti e svenati.
Passare la marmellatina ancora tiepida al setaccio
 
Pelare il sedano ed eliminari i filamenti con un pelapatate (meglio quello ad archetto)
Utlizzando lo stesso strumento ricavarne delle fettine molto sottili che possiamo anche tagliare per la lunghezza con un coltello affilato...e conserviamo per una decina di minuti il sedano in acqua e ghiaccio, per ottenere dei riccioli croccanti.
 
Unire il caffè (freddo) allo yogurt per ottenere la salsa di accompgagnamento.
 
Spaccare grossolanamente le nocciole e tostarle bene in padella antiaderente senza aggiungere grassi..
Riporre le nocciole in una pirofilina ed utilizzare la stessa padella leggermente unta con un filo d’olio extra vergine d’oliva per spadellare i gamberi
1 minuto per parte sarà sufficiente per poi passare nel crumble di nocciole ancora tiepide, profumate e fragranti.
 
Servizio
 
Aiutandosi con una anello da presentazione o taglia pasta, iniziare dalla compostina di arance,
con il cucchiaino lo yogurt al caffè ed il sedano croccante

26 commenti:

  1. Beh Lucy hai scelto un antidoto alla paura fantastico!!! E la crociera nell'Oman??? Che bello!!
    Questo piatto è davvero bello, mi piacciono un sacco tutti gli ingredienti che hai usato!!
    Buon w.e.! Roberta

    RispondiElimina
  2. Che meravigliaaaa! :D Ma che bravo lo chef e che brava tu!! :D Questo piattino è proprio un'opera d'arte... gustosissimo e interessante! :) Ti abbraccio e ti auguro un felice venerdì.. c'è un mio professore a scavare in Oman sai? :))

    RispondiElimina
  3. che delizia!!! spero un giorno di poter riprodurre questa splendida ricetta :)

    RispondiElimina
  4. fantastica questa ricetta...e capisco perchè sia una cura contro l'ansia da volo... io inveceho proprio il terrore quindi mi sa che ci vorrebbe ancora qualcosina in più per riuscire a salire su un aereo...baci

    RispondiElimina
  5. Piatto strepitoso ma putroppo nel mio caso credo che nemmeno quello sia in grado di farmi passare l'ansia (per me vero e proprio terrore) di volare.

    RispondiElimina
  6. Eh brava Lucy, hai fatto proprio bene a concederti una vacanza :) Chissà se il tuo antidoto funzionerebbe anche con me! Sono terrorizzata dal prendere l'aereo! I tuoi gamberi sono un capolavoro. Baciotti, buon we

    RispondiElimina
  7. è un piatto meraviglioso cara Lucy,hai scelto benissimo.. però io voglio un post sulla crociera,dev'essere meravigliosa :)

    RispondiElimina
  8. il piatto è un vero capolavoro....chapeu!
    ti invio da matti per la crocera cara!
    bacione

    RispondiElimina
  9. Wow!!!! ottima idea! e..come ti capisco!! io ho il terrore ogni volta (e mi capita spessissimo di prendere l'aereo).
    cerco di risolvere con respirazione yoga (durante i viaggi di lavoro) e con piccole e allegre sbronze (quando sono in compagnia del mio fidanzato :) )
    a parte gli scherzi...come è andato il volo? e il viaggio?
    che invidia...ma quella positiva si intende!)

    RispondiElimina
  10. tutto meravigliosoooooooooooooooo!!!

    RispondiElimina
  11. ma che figata la crociera!questo post mi riempie tutti i 5 sensi!caspita Lucy.sono felice per te!bacione grande

    RispondiElimina
  12. potrei appenderlo come quadro in cucina, è bellissimo!

    RispondiElimina
  13. Ti ringrazio per il consiglio (io non ho paura di volare ma lo accetto lo stesso...mi sembra un modo strepitoso per ingannare l'attesa...!) e per la superricetta firmata Fiorentini: stampata!!!!
    Un abbraccio e buon we
    simo

    RispondiElimina
  14. eh va beh, ma con un rimedio così non è valido!!!! Ps: però io non lo so se poi avrei avuto il coraggio di lasciare quel grand'uomo dello chef! ;-)

    RispondiElimina
  15. une belle réalisation un chef d'oeuvre et bravo pour ta croisière
    bonne soirée

    RispondiElimina
  16. Credo che mi servira' tra un po ' qst antidoto speciale, quasi quasi sfrutto il consiglio alla grande! Ciao luisa

    RispondiElimina
  17. Che bella ricettina! E complimenti per il blog! Mi sono subito iscritta tra i tuoi lettori. Se ti va passa a trovarmi anche tu.

    RispondiElimina
  18. per farmi passare la paura dovrei strafogarmi con le creazioni di Enrico...;-)

    bentornata!

    Pippi

    RispondiElimina
  19. il tuo antidoto mi piace prendo appunti, la ricetta ovviamente non è male. Un abbraccio a presto

    RispondiElimina
  20. Questo pomeriggio parto da Malpensa. (destinazione Maldive).. altre volte sono partita ma non ho mai notato questo ristorante, se posso vado ..... Com'è l'Oman ? no sono mai stata. ciao carissima e grazie della ricetta ! Un abbraccione !

    RispondiElimina
  21. Ma allora non eri lontano dalle mie zone :-)
    Ho molta paura di volare, nonostante lo faccia moltissimo...prenderò spunto da ciò che suggerisci ;-)

    RispondiElimina
  22. io sono terrorizzata dall'aereo...meno male che non sono l'unica!!!!

    RispondiElimina
  23. Complimenti un piatto chic che non potrei mangiare per i gamberi e per la nocciola, ma mi incuriosisce molto per l'abbinamento dello yogurt al caffè e della marmellata alla'arancia, peccato non poterlo provare. :)
    Rosalba

    RispondiElimina