mercoledì 16 novembre 2011

NESSUN FRONZOLO



La voglia di questa ricetta semplice è nata la scorsa settimana alla cena del corso di cucina.
Ero ormai seduta al tavola pronta a mangiare quello che avevamo creato e stavo discutendo con dei nuovi amici un ipotetico menù per una cenetta tra di noi quando come degna conclusione di una tartare di tonno con coriandolo e limone confit e tagliolini alle capesante scottate al Grand Marnier abbiamo optato quasi scontatamente per un pesce al sale.
Da lì in poi tra tutti i presenti alla tavola si è aperto un vero e proprio dibattito sulla cottura in “crosta” e su quale sia il metodo migliore per esaltare di più la carne tenera del pesce.
Io l'ho già discussa qui e continuo a preferire la copertura al sale fino, al posto del classico sale grosso, soprattutto con pietanze delicate e questi branzini in meringa di sale aromatica sono proprio un esempio di semplicità e gusto.


3 BRANZINI
700 GR SALE FINO
2 ALBUMI
MAZZETTO GUARNITO (io ho usato SALVIA, ROSMARINO, MAGGIORANA)
BUCCIA DI UN LIMONE GRATTATA


Pulire i pesci privandoli delle interiora.
Lavarli, asciugarli ma non squamarli.
(a piacimento si può riempire l'interno dei pesci con aromi ma io non l'ho fatto perché la crosta rilascia già di suo un piacevole gusto).
Tritare a coltello finemente le erbette.
A parte montare a neve ben ferma gli albumi, versarvi a pioggia il sale fino, continuando a girare; versarvi le erbette tritate e la scorza di limone grattata e mescolare per  ben amalgamare.
Posizionare su un foglio di carta da forno il pesce e poi ricoprirla con la meringa di sale.
Infornare a 160° per 20 minuti circa.
Lasciar riposare leggermente prima di servire e rompere la crosta di sale davanti ai commensali.

28 commenti:

  1. Passo spesso a trovarti, anche se non sempre commento. Interessantissima variazione questa! Assolutamente da provare.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  2. buona!!! e bellissima la nuova veste del blog!!

    RispondiElimina
  3. Ottima versione del pesce al sale! proverò la tua con l'albume d'uovo! Buona giornata!

    RispondiElimina
  4. lo voglio fare pure ioooooooo!!!

    RispondiElimina
  5. Hai ragioen tesoro il gusto sta sempre nelle cose semplici e fatti con amore come questo piatto decisamente molto appetitoso!!baci,Imma

    RispondiElimina
  6. Interessante questo pesce in crosta meringata salata...Io ho sempre mangiato l'orata o la spigola sotto il sale grosso condita con un filo di olio al limone messo a crudo...Però se dici che il sale fino è migliore per alcuni pesci voglio provare...O magari vado di meringa come te...Un bacione

    RispondiElimina
  7. Io ho sempre usato il sale grosso, ma senza una ragione precisa. Proverò anche con quello fine.
    In ogni modo penso che questa cottura esalti il sapore del pesce. E' la mia preferita.
    Buona giornata :)

    RispondiElimina
  8. Non ho mai mangiato il pesce in crosta! Sono davvero curiosa:) brava davvero!
    a presto:*

    RispondiElimina
  9. Che bella la tua nuova grafica! E che bello questo pesce...lo cucino spesso sotto sale...ma mai "meringato"...ci proverò la prossima volta, grazie!! :)

    RispondiElimina
  10. Wow, bellissima ricetta Lucy!!!! meringa al sale registrata e pronta per essere provata. Grazie!!!!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  11. Bellissima questa spigolina in crosta, saporita e di grande effetto! :)

    RispondiElimina
  12. bellissima versione, complimenti, molto saporita e bella da vedere

    RispondiElimina
  13. Adoro i pesci e se cucinati semplicemente trovo siano prelibati!Nani

    RispondiElimina
  14. arrivo al tuo blog attraverso il commento che hai lasciato sul mio (grazie!). Non ti conoscevo ma sono ben felice di aver fatto questa scoperta: foto esemplari e ricette da replicare!! A presto allora...

    RispondiElimina
  15. Io ho sempre fatto uso di sale grosso, la tua tecnica non la conoscevo ma ti assicuro che mi ha colpita quindi la prossima volta ci provo. Grazie Sonia

    RispondiElimina
  16. sarà senza fronzoli ma lo trovo assolutamente elegante! baci

    RispondiElimina
  17. Che bella questa meringa profumata...forte questa idea!!!Smack!!

    RispondiElimina
  18. Ottima idea...e poi vuoi mettere l'aroma dato dalla buccia di limone?
    un caro saluto!
    elisa

    RispondiElimina
  19. E che profumo?? Ottimo piatto di pesce. Bravissima I cuochi di Lucullo

    RispondiElimina
  20. idea interessante! Mi piace il tuo blog!

    RispondiElimina
  21. Non so perchè ma non ho mai avuto il coraggio di fare il pesce al sale... devo vincermi e usare la tua ricetta! ti farò sapere...

    RispondiElimina
  22. L'argomento della cottura in crosta è davvero interessante e per quel che riguarda il "capitolo sale" concordo con te, anch'io albumi, ma anche un paio di cucchiaiate di vino bianco....il nostro buon pigato magari e naturalmente il timo.

    Ti abbraccio fortissimo

    Fabi

    RispondiElimina
  23. Ciao l'idea di romperlo davanti ai commensali è davvero geniale! Brava sarà sicuramente un ottima alternativa al solito sale. baci

    RispondiElimina
  24. COMPLIMENTI SICURAMENTE MOLTO APPETITOSO POI PRESENTATO IN QUESTO MODO MERAVIGLIOSO.....

    RispondiElimina
  25. mi piace molto l'idea della meringa di sale fino con gli aromi, penso anche poi all'eleganza di presentarlo come lo fai vedere tu qui!
    Grazie!

    RispondiElimina
  26. Ciao, mi farebbe molto piacere se volessi partecipare al mio contest RomantiKitchen.
    In questo contest dovrete proporre ricette raffinate, ma al tempo stesso con quell'aria di casa che ci piace tanto... naturalmente non dovrà mancare la creatività e un tocco di romaticismo. I premi sono tutti home-made e molto "romantici".
    Se ti ho incuriosito ti aspetto sul mio blog! :)

    RispondiElimina
  27. avevo già letto ieri in pausa pranzo di questa ottima ricetta, pesce in meringa di sale
    ma quante ne sai! :)
    ci provo presto, magari proprio domani sera
    buon we!

    RispondiElimina
  28. Che bella cosa...questa mi piace davvero tantissimo!! Brava e grazie per l'illuminazione.

    RispondiElimina