mercoledì 30 luglio 2014

AGLIO



Adoro il sapore appena accennato dell’aglio e lo trovo invece troppo pesante e persistente se viene schiacciato e aggiunto alle pietanze.
Per questo motivo nella stagione giusta mi ritiro l’aglio in due modi possibili: spicchi sbianchiti  sott’olio ideali soprattutto da utilizzare in inverno con bagna cauda o sughi saporiti o, utilizzando Il metodo dello chef Sadler,  l’olio all’aglio ancora più delicato e perfetto per condire a freddo le pietanze.

AGLIO SBIANCHITO SOTT’OLIO
Prendere una testa d’aglio, eliminare la buccia esterna  e pulire gli spicchi privandoli della buccia.
Buttare gli spicchi d’aglio in un pentolino di acqua bollente e lasciarli cinque minuti.
Ripetere quest’operazione per tre volte, partendo ogni volta da acqua fredda.
Mettere gli spicchi d’aglio in un barattolo sterilizzato e poi aggiungere olio evo.
Aspettare a chiudere i barattoli guardando se necessitano altro olio affinché vengano ricoperti per bene  e poi richiudere i barattoli.


OLIO ALL’AGLIO
Tagliare la testa d’aglio in senso trasversale, immergendola senza pelarla in ml.200 di olio evo.
Soffriggere lentamente per 20 minuti circa finchè l’aglio sarà ben tostato.
Travasate in un contenitore di vetro, fate raffreddare e poi togliete l’aglio e aggiungete con altro olio.

7 commenti:

  1. che bontà! li devo fare assolutamente, mi piacciono moltissimo!!! Ottima ricetta, grazie ! Un bacione e a presto :D

    RispondiElimina
  2. lo sai che lo uso per la pizzeria cosi? ed i clienti lo preferiscono
    hai fatto benissimo a mettere la ricetta non tutti lo sanno
    un bacio e a presto

    RispondiElimina
  3. Mitico Claudio! E mitica Lucy per questo post sull'aglio!
    bacione
    simo

    RispondiElimina
  4. Non ho mai provato a conservare l'aglio. Salvo la ricetta! Grazie.

    RispondiElimina
  5. L'olio all'aglio lo conoscevo, ma l'aglio sbianchito sott'olio proprio no! C'è sempre da imparare!!

    RispondiElimina
  6. L'aglio.... lo adoro!!!!! un bacione...

    RispondiElimina