mercoledì 22 febbraio 2012

SFIDA


Le sfide, le gare, non mi piacciono.
Forse perche' considero gia' la vita una continua sfida per essere una buona moglie, per essere un buon genitore e uan buona figlia...insomma mi sento gia'molto sottopressione per buttarmi in altre sfide.
Le uniche sfide che voglio fare sono quelle con me stessa, quando mi pongo degli obiettivi e cerco di raggiungerli, per il resto tendenzialmente le gare le lascio agli altri.
Sono una sportiva e forse avrei potuto da giovane avvicinarmi sicuramente all'agonistica per il nuoto, visto i miei risultati e la tenacia con cui li perseguivo, ma non volevo imposizioni da parte di altri, il dover dimostrare qualcosa di piu' e non solo a se stessi.
Ognuno e' fatto nella sua maniera e c'e' chi ovviamente ama sentirsi l'adrenalina in corpo per le sfide, ma non e' il mio caso; ecco perche' anche se si tratta di contest, difficilmente mi vedete partecipare, non e'  per cattiveria o per snobbismo... sinceramente non mi sento a mio agio.
Quando mi hanno chiesto di partecipare a questa gara virtuale, ovviamente il mio impulso e'stato di dire di no a priori, poi vista anche la giuria!!!...ma la curiosita'di assaggiare quella bottiglia che ormai giaceva in frigo ha prevalso e alla fine non ho resistito a scervellarmi su un possibile abbinamento.
Ma di che cosa sto parlando? ...ma del contest indetto  dalla casa editrice con cui collaboro, La Malvarosa Edizioni,  e alla casa Vinicola TerredaVino,  in  occasione delle prossima uscita del libro di Francesca Martinengo ‘Fornelli in rete‘  , in uscita a maggio 2012.


La Bella Estate (il cui nome e'deliberatamente un omaggio ad una delle opere di Cesare Pavese) e'un passito moscato e ovviamente la vera sfida consiste nell'abbinare un piatto salato.
Non potevo non scegliere prodotti del mio territorio e cosi' e' nato questo sformatino di Castelmagno con cipolle in agrodolce e grissino croccante al sale di Maldon, secondo me perfetto per esaltare le qualita' organolettiche del vino!


160 GR CIPOLLA BIANCA
190 ML VINO LA BELLA ESTATE
1 CUCCHIAINO COLMO DI SENAPE IN POLVERE
SALE, OLIO

250 ML PANNA
150 LATTE
180 GR CASTELMAGNO
8 GR GELATINA

PASTA SFOGLIA (circa 60 gr)
SALE DI MALDON


Togliere la crosta al formaggio poi sbriciolarlo a piccoli pezzi e metterlo a sciogliere delicatamente con il latte a fuoco basso.
Mettere intanto in ammollo la gelatina alimentare.
Quando il formaggio inizia a sciogliersi continuando delicatamente a girare, unire la panna e appena prende il primo bollore unire la gelatina e poi togliere dal fuoco.
Continuare a mescolare fuori dal fuoco in modo da ben amalgamare il contenuto e appena si raffredda leggermente versare negli stampini (io ho scelto la forma cilindrica).
Continuare il raffreddamento e la conseguente solidificazione in frigo.
A parte tagliare piccole striscioline di mezzo centimetro di spessore massimo di pasta sfoglia, arrotolarle con le mani su stesse e poi spennellarle con olio e infornale per 10 minuti circa nel forno a 180 gradi in modo da renderle dorate.Apopena sfornate spruzzare di cristalli di sale Maldon
Pulire le cipolle e affettarle sottili, sottili, metterle in un padellino con un filo di olio e iniziare a rosolarle a fuoco bassissimo, appena prendono colore aggiunger il vino e una presa di sale.
Continuare la cottura a fuoco dolcissimo per almeno mezz' ora: io ho lasciato i primi 10 minuti senza coperchio poi l'ho messo per evitare che si asciugassero troppo.
Appena vedete che si iniziano a sfaldare leggermente unire il cucchiaino di senape in polvere e continuate ancora per qualche minuto.
Frullate in modo da ottenere una cremina.
Comporre il piatto sistemando la cremina sotto leggermente calda, la cupoletta di Castelmagno, ovviamente fredda e il grissino di pasta sfoglia...il gioco e'fatto...ah, non dimenticate di gustarvi un bel bicchiere di La Bella Estate!


40 commenti:

  1. Mi sento come te per quanto riguarda le sfide. Mi bastano in genere quelle con me stessa, che forse sono anche le più dure.
    Però se ti ci metti, hai delle idee davvero geniali. Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  2. Cara collega del Cavolo, chapeau! Il piatto è non solo geniale, completo, ma anche creato benissimo e le motivazioni per l'abbinamento estremamente condivisibili! Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Neppure io amo le sfide...neppure quando ero piccola, adolescente e figurati adesso che ho il mio bel da fare per crescere due future persone....Ma credo che quella con il passito moscato..l'hai decisamente vinta!!!!
    In bocca al lupo
    Da oggi ti seguo anch'io!!!

    RispondiElimina
  4. Sei bravissima, ottima presentazione e che dire quel passito sfida alla grande il castelmagno....sei una grande!!

    RispondiElimina
  5. Ciao Lucy....veramente un bel blog il tuo....ricette e presentazioni sono veramente favolose!
    da oggi ti seguo anch'io....baci e a presto! passa anche da me se ti va!

    RispondiElimina
  6. La tua partecipazione è la conferma che "Mai dire Mai"..e meno male, per Malvarosa e per noi :-)
    Io non posso dire di non amare la competizione, sono stata agonista per anni,sempre in sport individuali, dove la sfida rimaneva sempre e comunque con me stessa, ciao.

    RispondiElimina
  7. Che delicatessssa!!!Brava...brava

    RispondiElimina
  8. Es una maravilla de postre y de presentacion. Un saludo

    RispondiElimina
  9. mamma mia quanto è bella...davvero complimenti...

    RispondiElimina
  10. presentato molto elegantemente, uno dei miei formaggi preferiti!
    il vino? ottimo compagno, questo poi me par propri bun!

    RispondiElimina
  11. Me parece delicado y maravilloso. Seguro que está buenísimo.

    Besitos,

    RispondiElimina
  12. che foto stupende.. che presentazione! non l'avrete mica mangiato.. era unpeccato rovinare quell'opera?!? buona però eh..!? baci

    RispondiElimina
  13. Per me abbinare i passiti ai piatti a base di formaggio è un must: in GB si fa fondere lo stilton nel forno, poi si pratica un foro al centro e lo si riempie con del brandy, quindi vedo benissimo quest'accoppiata!

    RispondiElimina
  14. Buenísimo y muy original, me gusta. Con tu permiso me quedo a dar una vuelta por tu blog, me parece muy interesante todo lo que veo. Saludos!

    RispondiElimina
  15. Davvero bella questa presentazione. Degna di un bel ristorante. E quel vino, deve essere buonissimo! :)

    RispondiElimina
  16. wow che piattino super chiccoso ed elaborato! ti auguro buona fortuna allora! e anche io ero una nuotatrice agonista qualche anno fa!!! che bello!

    RispondiElimina
  17. Ma che meraviglia!
    Complimenti per la ricetta, veramente affascinante..e visti gli ingredienti sembra anche buonissima.
    Brava brava
    Sara

    RispondiElimina
  18. Ciao Lucy! Ti ringrazio per essere passata da me.
    Ti ricambio i complimenti per il tuo bellissimo blog e le tue foto fantastiche..sei davvero bravissima!
    Spero a presto!
    Un abbraccio
    Kika

    RispondiElimina
  19. Lucy cara sono senza fiato di fronte alla bellezza del tuo piatto: l'abbinamento mi sembra riuscito e azzeccato...Brava!
    baci
    simo

    RispondiElimina
  20. E questa si che è una sfida dura...Vedo che tu te la sei cavata egregiamente! Ottima ricetta ed elegante la forma! Mi piace proprio tanto!!! Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. poi ti spiego che stampino ho usato....pero'le dosi giuste!

      Elimina
    2. Già ho capito :)))! Le palline di Identità, vero :)))!

      Elimina
  21. è un avera meraviglia! anche se non ami molto le sfide quando ti ci metti non ti batte nessuno! *_*

    RispondiElimina
  22. Wow!!! je crois que je vais déménager à cote de chez toi pour être ta nouvelle voisine, c'est vraiment une petite merveille bien délicieux, encore une fois bravo!

    RispondiElimina
  23. Lucy ! cose deliziose, abbinamenti insoliti... non sai cosa darei per assaggiare una specialità di questo tipo ! Bravissima !!! Un abbraccione !!

    RispondiElimina
  24. Direi che hai fatto benissimo a metterti in gioco, visto lo splendido risultato! Forme e sapori accattivanti ed equilibrati :)

    RispondiElimina
  25. Una nuvola saporita su una cremina dolcissima?Bella idea!

    RispondiElimina
  26. Ciao Lucy!!!!
    Un piattino molto elegante!!
    Ricco di gusto!!!!!
    Bravissima!!!!
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  27. Ma e' un antipasto strepitoso questo, peraltro mi ricorda che non mangio del castelmagno da anni ormai :(! Bravissima Lucy..

    RispondiElimina
  28. Hai proprio ragione, ci aono un sacco di sfide che ci pone la vita perchè andarsele anche a cercare? è per questo che io partecipo ai contest con leggerezza, per divertirmi e l'idea di sfida non la sento. Bellissima la tua ricetta, sfida almeno secondo me riuscita!!baci

    RispondiElimina
  29. di grande effetto, anche la foto mi piace assai!
    brava lucy!

    RispondiElimina
  30. Ma quello sformatino e' bellissimo! E deve essere delizioso! Che idea geniale!

    RispondiElimina
  31. vraiment joli cette demi sphère, ca doit etre un délice !

    RispondiElimina
  32. Non ti piacerà partecipare alle sfide, ma vedo che quando ti ci metti sei SUPER! mi è piaciuta molto la tua idea di scegliere i prodotti del tuo territorio. Il Castelmagno in questa versione deve essere squisito! in bocca al lupo! ti possiamo votare? dove? baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. purtroppo non mi potete votare e la giuria 'di quelle che ti mettono paura a solo sentire i nomi.comunque grazie, grazie!!! io sono contenta comunque di aver trovato un buon equilibrio ed e'una grande soddisfazione personale!

      Elimina
  33. Mamma mia, è un capolavoro. Meno male che non volevi partecipare!! Sei BRAVISSIMA!

    RispondiElimina
  34. Bellissimo piatto, essenziale e ricercato! Clap clap!

    RispondiElimina
  35. Un piatto minimal ma ricco di sapori! Brava!!!!

    RispondiElimina