venerdì 18 luglio 2014

FRISE


Una delle specialità pugliesi ricorrenti ,sia nei ristoranti che in qualsiasi negozio di alimentari,  sono le frise, chiamate anche freselle o friselle: taralli di grano duro ma anche orzo (o in combinazione), cotte  al forno, tagliate in orizzontale e fatte biscottare nuovamente in forno.
La  frisella non è un prodotto da forno ricercato ma un alimento di base le cui origini si perdono nel tempo in cui era impossibile consumare pane fresco e la farina era più scarsa, soprattutto erano un’ottima alternativa per i marinari ;infatti anticamente si usavano bagnarle direttamente nell’acqua di mare e condirle solo con pomodoro.
Anche la forma di chiocciola nasce dall’esigenza di poterle infilare in un cordino e tenerle appese  sia in casa che durante i viaggi in barca.
Oggi sono diverse le varietà degli impasti e oltre ai classici pomodori si possono anche condire con i cetrioli o come aggiunta alla caponata (più frequentemente usata così a Napoli) e si possono anche bagnare con un filo di vino bianco.
Se volete cimentarvi nella preparazione delle frise cliccate pure qui, altrimenti se le comprate pronte…



Pulite e lavate i pomodorini maturi.
Trasferiteli in una ciotola e poi cospargeteli di origano secco e un pizzico di sale.
Lasciare riposare per una decina di minuti in modo che si formi un po’ di sughino.
Intanto immergete per tre volte le friselle in acqua fredda, disporle poi in un piatto da portata e coprite con i pomodorini e il loro sughetto.

Irrorate di abbondante olio extravergine di oliva.

7 commenti:

  1. Ne vado matta! Sarà perché senza pomodori non potrei vivere? Non lo so, pero' le trovo deliziose essenziali e poi mi ricordano l'infanzia! Un bacio e buona giornata
    Paola

    RispondiElimina
  2. Anche da me non mancano in estate. sono così versatili, sempre pronte...ciao Lucy !

    RispondiElimina
  3. ciao Lucy! io adoro le friselle, ma non ho il lievito madre, quindi per ora mi limito a comperarle, d'estate sono una vera delizia con i pomodori, la cipolla, e un filo d'olio! Buonissime!!!!Un bacione

    RispondiElimina
  4. questa è una goduria dell'estate tutta meridionale,anche io le ho preparate,le amo e le voglio rifare forse con l'orzo,grazie della ricetta,dell'idea e delle bellissime foto,ne prenderei volentieri un bel pezzo ricco di pomodori,buona estate

    RispondiElimina
  5. Quella della barca non la sapevo!!! Ottimo, so cosa portarmi quest'estate in vacanza ^^

    RispondiElimina
  6. Vivrei solo di queste, sopratutto in estate :)

    RispondiElimina
  7. Une découverte pour moi que le frise. Je vais tenter d'en trouver à Montréal dans notre Petite Italie, un quartier gourmand fort apprécié ici.
    Bises,
    Lou

    RispondiElimina