lunedì 3 febbraio 2014

I BOCCONOTTI



So che i veri cultori della cucina meridionale  si metteranno le mani nei capelli ma non voglio assolutamente dire che questa è la vera ricetta della tradizione, a cui spero di sopperire presto, ma nelle mie ricerche mi sono imbattuta nel pasticciotto o bocconotto.
Il nome deriva dal fatto che questi dolci sono abbastanza piccoli da essere mangiati in un solo boccone e ne esiste anche una versione salata.
La storia popolare però fa risalire l’origine alla fine del Settecento ed era un piccolo scrigno di pasta frolla con all’interno mandorle, tuorli d’uovo, cioccolato e caffè, cannella e chiodi di garofano.
Io vi presento i miei bocconotti, che non sono sicuramente quelli tradizionali ma sono ottimi da gustarsi in un solo boccone magari accompagnati da un bicchierino di vino passito come vuole la tradizione!!




X la pasta frolla
250 GR FARINA
125 GR ZUCCHERO A VELO
1  UOVO
120 GR BURRO AMMORBIDITO

X il ripieno
60 GR FARINA DI MANDORLE
5 GR VINO PASSITO
5 GR CACAO
100 GR CIOCCOLATO
30 ML CAFFE
1 TUORLO D’UOVO
50 GR ZUCCHERO A VELO
50 GR BISCOTTI SECCHI



Prima fare la farcia sbriciolando i biscotti secchi a farina e tritare con il mixer il cioccolato fondente.
Unire poi tutti insieme gli ingredienti in modo da ottenere un composto abbastanza morbido e tenere da parte.
Impastare la farina con lo zucchero a velo, aggiungere l’uovo e il burro ammorbidito fino a formare un impasto malleabile.
Formare una palla e lasciare coperto al fresco per almeno un’ora.
Trascorso il tempo stendere l’impasto e poi creare dei dischetti di pasta.
Su una metà dei cerchietti fare al centro una stellina o una luna o un cuoricino
Riempire con la farcia e chiudere con i dischetti con lo stemma e poi sigillare i bordi con  i rebbi della forchetta.
Infornare a 180 gradi per 15 minuti.

16 commenti:

  1. Dalle mie parti i bocconotti sono tipici del periodo di Natale e spesso mi sono chiesta come mai per il resto dell’anno li dimentico come se non esistessero :( Mi intriga tantissimo questa versione con il ripieno al caffè e biscotti. Me la segno, devono essere dei bocconcini davvero speciali. Un bacio, buona settimana

    RispondiElimina
  2. Non conosco molto bene i bocconotti, dalle mie parti non sono tradizionali.. ma devono essere stupendi! Anche in questa versione golosissima!! :) Un abbraccio e una settimana splendida <3

    RispondiElimina
  3. Una ricetta davvero interessante..non li avevo mai sentiti nominare ma dalla lista degli ingredienti e dalle splendide foto sono certa che mi conquisterebbero ^_^
    Buon lunedì cara <3
    la zia Consu

    RispondiElimina
  4. Ma sono carinissimi! Davvero non li conoscevo.

    RispondiElimina
  5. ricetta nuova per me, ma molto, molto invitante! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  6. Che buoni che sono, perfetti per il dopo cena!!!

    RispondiElimina
  7. Non conosco questi biscotti ma sembrano deliziosi!

    RispondiElimina
  8. Buonissimi, un dolce da carnevale direi ma non è fritto ! Brava !

    RispondiElimina
  9. i bocconotti che conoscevo io sono diversi, ma anche questa ricetta non è niente male anzi vanno provati, brava e grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di sicuro non è l'originale ma spero di averla presto tra le mie mani!

      Elimina
  10. Mi piace molto il ripieno che hai scelto.
    E' una vera coccola.

    RispondiElimina
  11. Ta version me plaît bien! J'avoue ne pas connaître l'originale, bien que je connaisse le duo cannelle/clou de girofle qu'on utilise au Québec dans nos tourtières, genre pâtés de viande, et même dans nos sauces à spaghetti.Étonnant quand même!
    Bises,
    Lou

    RispondiElimina
  12. Wow che belli, sai che ne ho sempre sentito parlare di questa ricetta del sud e non ho mai avuto modo né di assaggiarla né di provare a realizzarla....a me incuriosisce molto e se si mangiano in un boccone, beh aiuto.....chissà che scorpacciata se ne fa!!!

    RispondiElimina
  13. Non saranno gli originali, ma a me la tua versione piace un sacco e soprattutto mi piace l'atmosfera "meditativa" delle tue foto...

    RispondiElimina