mercoledì 29 maggio 2019

LINGUA AL VERDE

uno degli antipasti più particolari della cucina piemontese.
Personalmente lo adoro anche se lo ritengo non facile da fare se si parte dalla cottura della carne.
Ovviamente da noi si può già trovare la lingua poi bella cotta, pronta per essere affettata con un salume.





LINGUA AL VERDE


  • lingua di vitello 800 gr peso
    2 acciughe
    prezzemolo 1 cuffo
    25 gr mollica di pane
    1 tuorlo sodo
    1 spicchio aglio
    4 cucchi di aceto
    sale q.b.
    pepe q.b
    olio q.b.

    Mettete la lingua di vitello in una pentola capace, copritela d’acqua, aggiungete 1 cucchiaio di sale grosso e fatela lessare per circa 2 ore. La lingua sarà cotta quando, togliendola dall’acqua e pungendola con una forchetta, si forerà facilmente senza lasciar fuoriuscire liquido.
    Versate la'ceto in una tazza, spezzettatevi dentro la mollica, fatela ammorbidire, strizzatela bene.
    Diliscate le acciughe, tritate finemente con il prezzemolo, l'aglio e il tuorlo.
    Sistemate gli ingredienti e mescolate.
    Aggiungete poco alla volta, sempre mescolando, l'olio fino ad ottenere una salsa non troppo liquida.
    Insaporite con un pizzico di sale e pepe.
    Quando la lingua sarà cotta, toglietela dalla pentola, asciugatela con un panno e lasciatela raffreddare.
    Quando la lingua sarà cotta, lasciatela raffreddare e poi affettatela.
    disponetela su un piatto da portata.



Nessun commento:

Posta un commento