lunedì 29 settembre 2014

BISCOTTI AI PINOLI E PEPE NERO



Va bene, sono in una fase “biscottosa”; adoro svegliarmi e i fare colazione con i miei biscotti, ogni volta diversi nel gusto ma sempre rassicuranti e confortanti.
Ammettetelo, svegliarsi con il frollino giusto avrete la carica per tutta la giornata!


200 GR FARINA 00
120 GR BURRO
75 GR ZUCHERO
1 UOVO
60GR PINOLI

½ CUCCHIAINO PEPE


Amalgamare lo zucchero con l’uovo e poi aggiungere il burro ammorbidito e il pepe.
Formare una palla e lasciarla riposare coperta in frigo per almeno un’ora.

Passato il tempo stendere il composto e formare con i coppapasta dei biscotti, versare sopra i pinoli e infornare a 160 gradi per 20 minuti circa.

sabato 27 settembre 2014

#FOODTRAVELSUMMER E VCL

Uno dei grandi vantaggi di visitare una città che è molto attiva dal punto di vista social e delle informazioni è che potete tranquillare organizzare la vostra vacanza già partendo da casa tramite il computer e che avrete sempre qualcuno che vi assista in caso di necessità.
Nel caso di Valencia il portale www.visitvalencia.com è veramente un ottimo aiuto per il viaggiatore, completo e di facile navigazione e con tante offerte.
Inoltre per i buongustai come me avrete la possibilità di prenotare in un o dei tanti ristoranti gourmet di questa città menù VCL che permettono ai visitatori di assaporare la gastronomia valenciana a prezzi economici. Nel sito i ristoranti sono poi suddivisi in zone e vi sono anche molti consigli gastronomici e presentando la tourist card avrete anche un caffè o liquore in offerta.

Volete un esempio di questa cucina creativa?

 Mezzo e Mezzo Restaurant
Paseo de L'Alameda 38

uovo con jambon iberico 

Maiale iberico fichi e patate fritte


Alfabega
Conde Altea 30
Zona: Canovas











Brownies con corn flakes

Doppia mousse cioccolato


La Lola
Calle de la Subida del Toledano, 8, 
46001 Valencia (Junto a Plaza de la Reina
Salmone in crosta

Terrina fois gras e torrone

Pacchetti a sorpresa di queso

Risotto ai frutti di mare

giovedì 25 settembre 2014

UOVO CON PORRI E.... TARTUFO


Siamo entrati prepotentemente nell’autunno o per lo meno non ne siamo mai usciti almeno in questa parte d’Italia. Uno dei pochi aspetti positivi sono i nuovi sapori che fanno comparsa sulle nostre tavole.
Eco allora un piatto “comfort” uova con porri e, se lo volete rendere più goloso, una bella grattata di tartufo!

600 GR PORRI
4 UOVA
60 GR BURRO
SALE, PEPE
TARTUFO

Tagliare i porri, io sia un po’ per lungo che un po’ di rondelle.
Metterli in una padella antiaderente con il burro mescolandoli spesso e poi appena prendono colore aggiungere un po’ di acqua e continuare la cottura a coperchio chiuso per almeno 20 minuti.
Regolare di sale e pepe.
Dopo trasferire i porri in cocotte individuali e rompere nel centro un ovo per ciascuna.
Mettere in forno le cocotte coperte per 4 minuti circa a 160 gradi.
L’uovo deve rimanere cotto ma non troppo secco.

Spolverizzare di tartufo e servire.


martedì 23 settembre 2014

BAVARESE AL MIELE CON FRUTTI DI BOSCO



Non sono bravissima con i dolci super elaborati per cui, quando ho ospiti, cerco lo stesso soluzioni sfiziose ma anche pratiche e veloci come queste bavaresi che si possono abbinare con la frutta di stagione.


120 GR TUORLI
2,5 DL LATTE INTERO
6 GR GELATINA
50 GR MIELE
1 STECCA VANIGLIA
250 GR PANNA
250 GR FRUTTI BOSCO
ZUCCHERO A VELO



Mettere i semi di vaniglia nel pentolino con il latte e portare ad ebollizione.
Intanto in una terrina mescolare i tuorli con il miele e poi versare il latte sopra e riporre sul fuoco finché raggiunge la temperatura di 82 gradi e veli il cucchiaio.
Intanto a parte mettere in ammollo la gelatina, strizzarla per bene e aggiungerla alla crema.
Raffreddare per bene la crema e poi unire la panna  che avrete montato a parte.
Unirla delicatamente alla crema con movimenti dal basso verso l’alto e poi versare la crema negli stampini.
Porre in frigo per almeno 4 ore.
Pulire i frutti di bosco  e versarli sopra con abbondante zucchero a velo e un filo di miele al momento di servire.

domenica 21 settembre 2014

#FOODTRAVELSUMMER E RICARD CAMARENA


Se sono partita a raccontarvi di Valencia dalle basi ora bisogna puntare verso le stelle. Sapete che questa città vanta di ben quattro stelle Michelin?! Ebbene sì e sicuramente vanta di un merito particolare lo chef Ricard Camarena.
Dopo solo tre mesi di apertura del suo ristorante si è aggiudicata la sua prima stella Michelin detenendo così il primato per la stella più rapida mai concessa ad un ristorante nella storia della prestigiosa guida Michelin.
Tre sono anche i suoi locali nella città, tutti diversi ma complementari fra di loro: il prestigioso ristorante omonimo, il Central Bar presso il Mercado Central e il Canalla Bistrot, dove potrete degustare la sua cucina a prezzi più abbordabili ma senza mai perdere di stile e qualità.
Inoltre il locale è veramente bellissimo e molto giovanile.





 Vi stuzzico così..

involtini di salmone, rucola e formaggio

Crocchette di pollo

Ombrina nascosta

Mozzarella ripiena al pesto

tataki di pesce e ginger

Verdure pastellate piccanti

Gofre di patate con carne tartare e maionese all'acciuga

Ravioli al vapore di gamberoni all'aglio

Panini al vapore di carne di maiale

Macaron gelato all'arachide


venerdì 19 settembre 2014

PANINI ALLE CIPOLLE E CACAO




Rimango sempre affascinata dai piccoli panini fragranti e saporiti che ti portano in certi ristoranti per cui alla domenica, se non siamo in giro, adoro panificare e provare nuovi gusti ed abbinamenti come questi panini alle cipolle e cacao, che io ho spolverizzato solo sopra ma si può tranquillamente mettere una dose di cacao amaro nell’impasto.


200 GR  CIPOLLE
300 GR FARINA 0
1 CUCCHIAIO SALE
50 GR ZUCCHERO
15 GR LIEVITO BIRRA
50 ML LATTE
1 UOVO
10 GR OLIO

Pulire la cipolla e tritarla finemente e tenerla da parte.
Nella planetaria mettere la farina, lo zucchero e il lievito di birra che avremo lasciato agire qualche minuto in un bicchiere con il latte a temperatura ambiente.
Iniziare ad  impastare e poi unire pian piano l'uovo, l'olio e le cipolle; per ultimo il sale.
Impasto finchè l'impasto sarà ben incordato e malleabile.
Formare una palla e lasciare riposare in frigo finchè non raddoppia di volume.Trascorso il tempo tirare fuori e lasciare ancora riposare un'oretta fuori dal frigo prima di dividere l’impasto in 12 parti uguali.



Modellate l’impasto a cordicelle e arricciatele a spirali e lasciate lievitare ancora un paio di ore su un foglio di carta da forno.
Spolverizzare di farina e cacao amaro mescolati insieme e infornare a 180 gradi per 20 minuti circa.
Ricordo che le temperature e il tempo sono indicativi a secondo del forno di casa.

mercoledì 17 settembre 2014

GNOCCHI DI CECI ALLA CREMA DI BIRRA



In casa adoriamo gli gnocchi e mi diverto spesso a farli in modi diversi che possano ottenere il consenso sia di grandi e piccini.

Questi gnocchi di ceci sono gluten free per cui adatti agli ospiti intolleranti, per il sugo ho scelto di dare una sferzata con la birra ma voi potete condirli anche con un ragù vegetale.


1 KG DI PATATE  VECCHIE
300 GR FARINA DI CECI CERTIFICATA GLUTEN FREE
1 CIPOLLA
3 DL  BIRRA CHIARA GLUTEN FREE
3 DL PANNA
50 GR PARMIGIANO

Lessare le patate al vapore , sbucciarle e passarle nello schiacciapatate, unire la farina ed iniziare ad impastare. Regolare di sale. 
Impastare e regolarsi per la consistenza., aggiungendo ulteriore farina all'occorrenza.
Dividere l’impasto in piccole porzioni e creare delle stringhe e poi creare gli gnocchi.
Buttare in acqua salata abbondante e condire con la salsa che avrete preparato a parte
Far imbiondire la cipolla in poco olio d’oliva e poi bagnare con la birra, far evaporare la parte alcolica e per ultimo unire la panna. Far ridurre il composto e pepare a piacere.

Unire gli gnocchi e il parmigiano grattato e mantecare.


lunedì 15 settembre 2014

BISCOTTI AVENA E CRANBERRIES




Si rincomincia a tornare alla normalità; con l'inizio delle scuole riprende la routine, che per quanto sia frenetica, per me è anche rassicurante.
Si rincomincia quindi con una colazione sana e gustosa!

120 GR FARINA D'AVENA
55 GR BURRO
1 UOVO
55 GR ZUCCHERO MUSCOVADO
25 GR ZUCCHERO NORMALE




Impastare velocemente la farina con l'uovo, i due zuccheri, i cranberriess e il burro freddo da frigo.
Formare una palla e tenere coperta in frigo per almeno un'ora.
Stendere l'impasto e infine ritagliare i biscotti con lo stampino.Cuocere in forno per 15 minuti circa a 160 gradi.



domenica 14 settembre 2014

#FOODTRAVELSUMMER E LE ORIGINI DELLA PAELLA

Mettere ordine ad un tour gastronomico in una delle città più all’avanguardia sul food non è sicuramente facile, per cui seguiranno tanti articoli e foto per farvi conoscere un tipo di cucina che non dimentica il passato ma che punta verso nuovi sapori, dove, lasciati a parte i soliti ristoranti turistici con menù fissi e standardizzati, si possono scoprire piatti interessantissimi.
Per adesso partirò a raccontarvi la base, o meglio il piatto più conosciuto all’estero e cioè la paella.
Il riso a Valencia fu introdotto dagli arabi nel XII secolo e ora, grazie alla presenza del vicino parco dell'Albufera qui si produce il 30% del riso nazionale. Esiste una denominazione di Origine Arroz de Valencia che ne garantisce la qualità del prodotto.


Le più classiche sono di pollo e coniglio o con moriscos (frutti di mare);  lasciate perdere quelle nei posti turistici e orientatevi verso i ristorantini su playa Malvarrosa, che vi porteranno le classiche paella cotte nel forno e speziate al punto giusto.

Un ottima cerveza non può che rendere piacevole la giornata sulla spiaggia!
E per chi si vuole divertire a replicarla gli ingredienti della classica paella di carne

1 POLLO A PEZZETTI
1 CONIGLIO A PEZZETTI
1 BICCHIERE OLIO DI OLIVA
300 GR DI FAGIOLINI PIATTI FRESCHI
1 POMODORO 
ZAFFERANO
1 CUCCHIAIO DI PEPERONCINO DOLCE
6 BICCHIERI D'ACQUA
200 GR FAGIOLO DI SPAGNA
3 BICCHIERI DI RISO BIANCO 
ROSMARINO E LIMONE TAGLIATO A RONDELLE




P.S: curiosità..per chi non lo sapesse al posto del riso si puo' utilizzare la pasta, tipo spaghettini finissimi rotti e diventa fideua.


venerdì 12 settembre 2014

FISH AD CHIPS



Ovviamente la mia personale versione, leggermente alleggerita ma altrettanto stuzzicante e invitante soprattutto per i bimbi.

Per la pasta
200 GR FARINA 00
1 PIZZICO SALE
30 GR STRUTTO
ACQUA TIEPIDA Q.B.

500 GR MERLUZZO
300 GR PATATE
LATTE Q.B
PEPE, SALE, MAGGIORANA



Preparare l’impasto unendo la farina con un pizzico di sale e lo strutto e poi pian piano aggiungere l’acqua.
Sappiatevi regolare in modo da ottenere una consistenza elastica, non appiccicaticcia e lavorabile.
(all’incirca io ne ho messo quasi 100 gr).
Formare una palla e tenere coperta a riposare almeno un’oretta.



Nel frattempo mettere in un pentolino il pesce pulito dall’eventuale pelle e lische e unire le patate tagliate a rondelle molto fini.
Versare il latte finché non coprite completamente il composto e iniziate la cottura molto lentamente finché non saranno cotti.
Spappolare con la forchetta, regolare di sale e pepe e mettere un po’ di foglioline di maggiorana.
Lasciar raffreddare a parte.
Stendere l’impasto formando dei cerchi, riempire con un poco di composto e chiudere e sigillare bene. Oliare la superficie e salare.
Infornare a 180 gradi per 15 minuti circa finché la superficie sarà ben dorata.

Servire con abbondanti chips!