giovedì 27 giugno 2013

CHEESE CAKE ALLE CILIEGIE


Le ciliegie…il vero frutto proibito..
Mi ricordo quando da piccola il nonno mi prendeva in braccio per farmi arrivare ai frutti succosi dell’enorme pianta nella vigna…una dopo l’altra e la gara a chi buttava i noccioli più lontano..
Succosi, invitanti, di un colore rosso passione, ottimi al naturale ma anche preziosi gioielli di queste mini cheesecake.



x la base
200 GR BISCOTTI SECCHI  DIGESTIVE
80 GR BURRO

Frullare i biscotti e poi incorporare il burro e lavorare insieme.
Stendere il composto nella teglia e schiacciare per bene in modo da appiattire la base.
Lasciar rapprendere in frigo e intanto preparare la farcia




x la crema
250 ML PANNA
300 GR RICOTTA FRESCA
2 UOVA
200 GR CILIEGIE (denocciolate)
70 GR ZUCCHERO

Intanto in una terrina sbattere la ricotta con lo zucchero e le uova fino a rendere il composto omogeneo.
Per ultimo unite la panna semi-montata e unitela lentamente a cucchiaiate cercando di non farla smontare al resto del composto.
Porre sopra la base, mettere le ciliegie in ordine casuale, denocciolate e porre nel forno per a 160 gradi ventilato per 45 minuti circa.

lunedì 24 giugno 2013

TAGLIATA CON CIPOLLE DI TROPEA E RIDUZIONE DI VINO ROSSO


Iniziando l’estate amo i piatti dalle cotture veloci, pratici ma anche sostanziosi come ad esempio questa tagliata con cipolle di Tropea grigliate e riduzione di vino rosso.
Pochi ingredienti, un’ottima bistecchiera e il pranzo è pronto! Buon appetito.


800 GR LOMBATA DI MANZO
500 ML VINO ROSSO CORPOSO
30 GR ZUCCHERO
5 GR SENAPE IN POLVERE
400 GR CIPOLLE DI TROPEA
SALE
PEPE
TIMO



Pulite e sbucciate le cipolle di Tropea, tagliatele a spicchi grossolani, conditeli con timo, sale e un filo di olio e tenete da parte qualche minuto poi grigliateli per un minuto per lato
In un pentolino aggiungere il vino, poi unire il pepe, il sale e la senape e farlo ridurre della metà.
Nel frattempo condire con sale e pepe la carne e massaggiate la carne leggermente poi metterla sulla bistecchiera ben calda, facendo rosolare per bene da entrambi i lati.
Fate attenzione a girare la carne senza bucarla (8 minuti circa per parte se la volete ben cotta)
Toglierla dalla bistecchiera, fatela riposare un minuto e poi tagliarla a fettine.
Servite con le cipolle e la salsina sopra.



venerdì 21 giugno 2013

LASAGNETTA DI VERDURE GRIGLIATE


Nella bella stagione amo mangiare piatti che prediligano le verdure, che siano leggeri e se poi si possono preparare in anticipo saranno ancora più graditi.
Questa lasagnetta di verdure grigliate si prepara velocemente e  potete variare con le verdure a seconda dei vostri gusti e anche della stagionalità, cercate solo di alternare i colori perché anche l’occhio vuole la sua parte.


Non vi sono dosi in questa ricetta per ovvi motivi ..

MELANZANE
PEPERONE ROSSO
ZUCCHINE
SEMI DI SESAMO
SCAMORZA AFFUMICATA
OLIO
SALE


Pulire le verdure per bene e poi ricavare delle fettine molto sottili.
Grigliare le fettine due minuti per lato sulla griglia ben calda.
Per i peperoni una volta grigliati togliere la pellicina e appiattire leggermente.
Se invece usate il pomodoro salate le fette in maniera che perdano un po’ del loro liquido.
Tenere da parte le verdure  e condire con un poco di sale e un filino d’olio.
Tagliare anche la scamorza a fettine molto sottili.
Con l’aiuto di un coppa pasta quadrato alternare le fettine di verdure (ogni verdura uno strato) e la scamorza. A piacere potete anche mettere foglie di basilico.
Sull’ultimo strato cospargere di semini di sesamo.

Condire con un filo di olio e al momento di servire scaldare con funzione grill leggermente per qualche minuto. 

mercoledì 19 giugno 2013

CIAMBELLA CON FRAGOLINE DI BOSCO


Sono in fase ciambellosa…non vi capita anche a voi di innamorarvi una forma,m di uno stampo, tanto da continuare a farlo più volte?!!! Stavolta la ciambella è al mascarpone con crema al whisky e fragoline di bosco.



100 GR BURRO
150 GR ZUCCHERO
3 UOVA
2 ALBUMI
100 GR MASCARPONE
200 GR FARINA 00
1 BUSTINA LIEVITO
SALE


X la crema
3 CUCCHIAI ZUCCHERO SEMOLATO
1,5 DL CREMA DI WHISKY
2OO GR MASCARPONE




Montare il burro ammorbidito con lo zucchero finché otterrete un composto soffice e cremoso: separate gli albumi dai tuorli che aggiungerete al composto montato.
Aggiungere quindi la farina setacciata e il mascarpone insieme al lievito e continuate a mescolare.
A parte montare gli albumi con un pizzico di sale e poi unirli al composto dal basso verso l’alto per non sgonfiare il composto.
Versare il composto in una teglia e infornare in forno  già caldo a 180 gradi per 30 minuti circa (fino a prova stecchino).
A parte preparare la crema montando il mascarpone con la crema di whisky
In un pentolino far sciogliere lo zucchero con un cucchiaio di acqua e fare il caramello; togliere dal fuoco e far raffreddare leggermente, unire alla crema di mascarpone e servire fredda con la torta.
Prima di servire spolverizzare di zucchero e fragoline di bosco.

lunedì 17 giugno 2013

SIENA & STARS = BUENA VISTA SOCIAL CLUB



Avevo 20 anni e volevo concedermi un viaggio  che racchiudesse storia, passione, divertimento; quale migliore meta di Cuba?!
Partii con lo zaino sulle spalle ed inizi il mio viaggio, una vera e propria crescita interiore alla scoperta di gente stupenda dal grande passato culturale, con una gran voglia di guardare il futuro e di Vivere!!!
Riguardo le foto di questi posti, mi ricordo i loro sorrisi, la loro voglia di ballare e di muoversi sulle note di una musica che sprigiona gioia; ed è  proprio attraverso la musica che vengono espresse le loro passioni , e il carattere allegro di  un popolo unico.





Penso che tutti sappiate che il  gruppo portavoce di Cuba è l’Orchestra  Buona VistaSocial Club ma non tutti sapete che potete assistere ad un loro concerto  in Piazza Duomo a Siena, (evento  organizzato dalla Iko International e Regione Toscana in collaborazione con la Confcommercio di Siena).
Il concerto fa parte degli eventi "Siena and stars" - http://www.sienaandstars.com/ -  rassegna musicale targata IKO International in programma dal 10 luglio al 2 agosto 2013 in Piazza Duomo a Siena. Un cartellone di eventi mozzafiato, una formula trasversale di 16 appuntamenti per tutti i gusti, tra pop, lirica, jazz, danza e un pizzico di comicità .
Se siete interessati ad altri concerti potete controllare l'intero cartellone degli spettacoli qui  http://www.sienaandstars.com –
Le sorprese però non sono finite!!!...leggete qui e potrete vincere 2 stupendi biglietti VIP per il concerto di Ludovico Einaudi, cena e pernottamento a Siena per 2 persone. Inoltre la vincitrice vedrà la propria ricetta riprodotta da uno dei ristoranti partecipanti.


Il Contest è "I piatti delle Stars" comincia il 17 giugno e si chiude alla mezzanotte del 17 luglio;  consiste nel preparare una ricetta, che sia antipasto, primo piatto, secondo piatto o dolce, ispirata ad uno dei personaggi o generi musicali presenti sul Cartellone di Siena & Stars, motivandone la scelta. Verrà data particolare attenzione alla presentazione ed interpretazione del piatto secondo il tema del contest.
Per ulteriori info e dove postare il link della ricetta partecipante andate sul blog Andante con Gusto, cliccando qui.

Ed ora vi lascio la mia ricetta tutta ispirata ai sapori cubani!

CAMARONES AL MOJO DE AJO  - GAMBERONI ALL’AGLIO




1 KG GAMBERONI PULITI
2 SPICCHI D’AGLIO
60 ML SUCCO DI LIME
CORIANDOLO
30 GR POLPA DI COCCO
OLIO, SALE, PEPE
60 GR PEPERONI ROSSI PICCANTI


Pulire i gamberi, sgusciandoli e privandoli del filamento nero sul dorso.
A parte tritare gli spicchi di aglio con un cucchiaino di sale, aggiungere il cocco, pulito della parte esterna, il succo di lime, l’olio e il pepe. Frullare.
Lasciare marinare i gamberoni per almeno una mezz’ora in un piatto coperti con pellicola.
Trascorso il tempo, mettere in un pentolino il peperoncino tagliato finemente e appena frigge e prende sapore buttare i gamberi con la marinata.
Lasciarli colorire per qualche minuto rivoltandoli spesso.
Servire i gamberoni con un po’ di coriandolo (se piace) tritato e servire con una fresca birra cubana!

Io vi aspetto a Siena e vi farò sapere il ristorante in cui mi troverete!: vi assicuro grande divertimento.

venerdì 14 giugno 2013

FARINATA...come e dove..


La farinata è uno dei piatti della cucina povera ligure più conosciuti ed apprezzati.
Farina di ceci, acqua, sale e olio: probabilmente sono gli ingredienti di altri piatti regionali ma solo qui sono uniti per formare in cottura in una sottilissima sfoglia che diventa croccante e fragrante.
La storia della farinata è lunga come del resto per tutti i piatti tradizionali e poveri. Carina la leggenda che vuole invece sia nata casualmente su una nave genovese quando una terribile tempesta fece imbarcare acqua nella stiva che si unì alla farina di ceci delle botti che erano cadute perdendo il contenuto; per non far andare sprecato il prezioso carico si decise di cuocere la massa e di darlo da mangiare prima ai prigionieri che invece si sfamarono e apprezzarono molto.
Da allora nacque il piatto che i Genovesi hanno chiamato per anni “Sciammadde” e che, accompagnato da un bel bicchiere di nostralino, costituisce un ottimo pranzo.
Due piccole curiosità per gli amanti della farinata: ne esistono di due tipi, quella completamente di farina ceci e quella “bianca” dove solo il 10% è di  ceci.
La seconda è il mio consiglio su dove andarla a mangiare, in un locale veramente storico di Savona, dove a mio avviso potrete gustare la miglio farinata ligure in un ambiente tipico e rustico.
 Vino e farinata Via pia, 15/r - 17100 - Savona (SV) italia

Ed eccovi invece la mia ricetta con i preziosi consigli che mi sono stati dati direttamente da uno chef ligure..



PEPE, SALE
900 ML ACQUA
300 GR FARINA DI CECI
MAGGIORANA

Mettere in una bacinella la farina e poi versare l’acqua che deve essere a temperatura ambiente.
Regolare di sale e pepe e a piacere maggiorana o rosmarino tritato.
Mescolate il tutto per bene facendo attenzione ai grumi fino ad ottenere un composto liquido e omogeneo che lascerete riposare.
Per la perfetta riuscita della farina è importante un  tempo di riposo molto lungo, minimo 10 ore.Ogni tanto girare il composto.
Trascorso il tempo necessario, è probabile che si sarà formata della schiuma in superficie: toglietela con un mestolo forato.
Versate l’olio in una teglia, che la tradizione vuole di rame, coprendone bene tutto il fondo: questo accorgimento mi hanno spiegato necessario per non far attaccare il composto alla teglia.
Porre la teglia in  forno preriscaldato a 220° per circa fintanto che l’olio fuma poi facendo attenzione togliere la teglia dal forno e versare il contenuto di ceci nella teglia.
Far cuocere all’incirca per mezz'ora fino a quando la farinata non risulti di un bel colore dorato. Quando sarà cotta, sfornate la farinata  tagliatela a quadrati e servitela ancora calda magari con un bell'accompagnamento di verdure o formaggi.

mercoledì 12 giugno 2013

BISCOTTI BIANCHI E NERI


Ultimamente sono attirata dai contrasti, e dagli opposti che  si attraggono..,cosa ben evidente in questi biscottini dove i colori e i sapori si sposano alla perfezione.

L’impasto è molto semplice e basta solo un minimo di manualità per creare l’ intreccio… sperando quindi di esservi utile e chiara nelle spiegazioni.

120 GR BURRO SALATO
220 GR FARINA 00
10 GR CACAO AMARO
1 CUCCHIAINO LIEVITO
80 GR ZUCCHERO A VELO
2 TUORLI
1 ALBUME



Mescolare il burro fuso con zucchero a velo,unire poi la farina setacciata con il lievito e il sale.
Dividere in due l'impasto e in una metà aggiungere il cacao impastando bene.
Far riposare in frigo avvolti nella pellicola  i due impasti per almeno una oretta.
Trascorso il tempo  stendere l'impasto bianco e quello nero in un rettangolo dello spessore di circa 1cm.
 Spennellare il rettangolo bianco con dell'albume leggermente sbattuto e sistemarvi sopra il rettangolo nero, premendo leggermente affinché i due impasti aderiscano tra loro. 
Mettere in frigo per circa 20 minuti in modo che l'albume indurisca. 
Tagliare nel senso della lunghezza tante listarelle dello spessore di circa 1 cm, che andranno spennellate con l'albume dalla parte larga.
Formare dei rotolini di impasto, poi unirli alternando i colori spennellandoli con l'albume per tenerli attaccati (io li ho fatti a 4 ma potete anche farli più lunghi in modo da formare una scacchiera)
Mettere a riposare ancora qualche minuto in frigorifero.
Cuocere in forno i biscotti per 15 minuti a 180 gradi.

lunedì 10 giugno 2013

TORTINI DI RISO ALLE ZUCCHINE


Anche oggi vi propongo una ricetta facile e veloce, di stagione con la presenza degli zucchini che adoro: tortini facili e sfiziosi,  ideali da consumarsi sia  tiepidi che freddi e pronti per essere gustati nei  vostri pic-nic.


300 GR RISO
UNA BUSTINA ZAFFERANO
1 CIPOLLA PICCOLA
BRODO VEGETALE Q.B.
400 GR ZUCCHINI
200 GR FORMAGGIO PASTA MOLLE TIPO CERTOSINO
20 GR PARMIGIANO
2 UOVA
MEZZO BICCHIERE VINO BIANCO

50 GR BURRO

Far soffriggere in un pentolino con poco olio la cipolla tritata e poi unire il riso e fatelo tostare per due minuti circa.
Versare il vino e fatelo evaporare completamente girando e poi cuocere il riso aggiungendo il brodo bollente e lo zafferano.
Quando è cotto mantecare con il grano e il burro e tenere da parte.
In un altro pentolino tagliare gli zucchini a julienne, farli saltare in modo da renderli cotti ma ancora croccanti. Aggiungerli al risotto e poi unire le uova e mescolare per ben amalgamare.
Imburrare un padellino antiaderente (io Risoli), disporre uno strato di riso ben compatto, mettere il formaggio sopra ed un ulteriore strato di riso.
Compattare bene con la forchetta.
Cuocere il tortino 5 minuti per lato scuotendolo per non farlo attaccare.
Girarlo e farlo dorare dall’altro lato con dell’alto burro.

Una volta pronti regolare di sale e servire con prezzemolo tritato. 

sabato 8 giugno 2013

LIQUORE AL CAFFE'


Noi italiani siamo soliti completare i nostri pantagruelici pranzi offrendo ai commensali un bicchierino di grappa, limoncello o amaro che aiutino nella digestione e che rinfreschino il palato.
Tra i vari liquori after dinner personalmente preferisco la crema di limoncello (trovate ricetta qui) ma ultimamente ho avuto la fortuna di assaggiare un liquore al caffè, che reputo un valido digestivo facilissimo da fare.



1 L ACQUA
150 GR CAFFE’ AMARO
400 GR ZUCCHERO
300 GR ALCOOL 90°



Preparare il caffè e poi mettere in un pentolino e scaldare nuovamente, senza mai far bollire per far sciogliere lo zucchero girando per bene.
Aggiungere al caffè l’alcool e l’acqua.
Girare e filtrare attraverso una garzina e invasare nelle bottiglie ancora caldo.
Lasciar riposare un mese prima di consumare.

giovedì 6 giugno 2013

TORTA SABBIOSA CON YOGURT E AMARENE


Ed eccomi di nuovo alle prese con una torta rustica e semplice di quelle che piacciono tanto a noi in casa ma che misteriosamente spariscono nell’arco della giornata.

Alle volte i dolci semplici come questa torta sabbiosa sono ottime merende salutari per i vostri figli e, se impreziosite da salse o creme, vi faranno fare un’ottima figura con i vostri ospiti


180 GR BURRO
200 GR ZUCCHERO DI CANNA
3 UOVA
100 GR FARINA 00
100 GR FARINA DI MAIS
1 BUSTINA LIEVITO
SALE
250 GR YOGURT BIANCO CREMOSO

AMARENE SCIROPPATE


Montare il burro ammorbidito con lo zucchero finché otterrete un composto soffice e cremoso:separate gli albumi dai tuorli che aggiungerete al composto montato.
Aggiungere quindi le farine setacciate insieme al lievito e continuate a mescolare.
A parte montare gli albumi con un pizzico di sale e poi unirli al composto dal basso verso l’alto per non sgonfiare il composto.
Versare il composto in una teglia e infornare in forno già caldo a 180 gradi per 30 minuti circa (fino a prova stecchino)
Servite le fette di torta con lo yogurt e amarene sciroppate sopra….una vera delizia!


martedì 4 giugno 2013

ARROSTO DI FILETTO DI MAIALE IN CROSTA DI PANE


All’incirca un mese fa ho vinto un concorso che si è concluso con la premiazione presso la Cooperativa Terraviva a Busca (CN) che si è occupata dell’organizzazione.
Una bellissima esperienza che mi ha portato ha conoscere una nuova realtà fatta di appassionati atta a mettere in mostra e ad esaltare piccoli produttori ed eccellenze del posto.
Ovviamente adattandosi ai tempi moderni la cooperativa si avvale di un portale online ed è attiva sui social media, sia per la vendita che consigli utili
Non poteva mancare quindi una ricetta con il loro fantastico filetto di maiale e viste le temperature non proprio stagionali…un arrrosto particolare ci sta tutto!


LARGA BAGUETTE LUNGA CM.20
UN FILETTO DI MAIALE DI 700 GR CIRCA
1 LIMONE
QUALCHE CUCCHIAIO di ACETO DI MELE
150 GR PANCETTA
1 SPICCHIO AGLIO
1 CAROTA PICCOLA
OLIO EVO
1 BICCHIERE VINO BIANCO SECCO
ERBETTE
SALE , PEPE

Preparare un trito con lo spicchio d’aglio, le erbette, la carota e la buccia di limone.
Versare in una pentola antiaderente con un filo di olio e rosolare il filetto da ambo i lati per ¾ minuti.
Sfumare con il vino e una volta evaporato, regolare di sale e pepe e lasciare riposare leggermente fuori dal fuoco.
Tagliare il pane a metà, apritelo a libro, estraete gran parte della mollica, bagnatelo leggermente con qualche cucchiaio di aceto e poi disporre il filetto.
Chiudere il panino, avvolgerlo con la pancetta e legare bene con il filo.
Avvolgere ulteriormente il panino nel foglio di alluminio e cuocere nel forno a 180 gradi per 40 minuti circa.
Estrarre la pagnotta dal forno,tagliare il filo e tagliare a fette.
Servire con verdure di stagione.


domenica 2 giugno 2013

TASTE OF MILAN

 
I Taste festival sono una serie di eventi internazionali legati al food: la tappa di Milano è sicuramente imperdibile per gli amanti gourmet e gourmand.
Quest’anno dal 30 maggio al 2 giugno in una nuova location,SuperStudio piu Tortona 27, si tiene quindi la manifestazione più glamour della città.
Andrea Aprea (Park Hyatt Milan), Tommaso Arrigoni (Innocenti Evasioni), Luigi Taglienti (Trussardi alla scala), Viviana Varese (Alice Ristorante), Lorenzo Santi (Alla maniera di Carlo), Andrea provenzali (Il liberty), Enrico Bartolini (Devero Ristorante), Roberto Okabe (Finger’s Garden),, Wicky Priyan (Wicky’s), affiancati da chef di fama internazionale si alternano tra i fornelli e in “vetrina” per discutere gentilmente con gli ospiti.
Un’occasione unica di fare un’esperienza irripetibile e di provare la grande creatività di giovani e talentuosi chef.
Percorsi gustativi (anche alla cieca con il Blind Taste), piatti d’autore, massima creatività e la convivialità tra chef, produttori ed esperti del settore:tutto questo è Taste!
Ma ora una bellissima carrellata di piatti…


Cannolo croccante di insalata russa con rapa rossa e riduzione di Campari di F.Germani


Ravioli di olio extravergine e parmigiano con polvere di cavolo nero di Cristiano Tomei

Caprese dolce salata di Andrea Aprea

Risotto al limone con rosmarino, sgombro, capperi di Andrea Aprea

Tortino di coda di bue, uvetta, sedano croccante alle fave di cacao di Tommaso Arrigoni

Gorgonzola pralinato, salsa ai frutti di bosco e aceto balsamico di Tommaso Arrigoni


Risotto taglio sartoriale 24 mesi, riduzione di birra e polvere caffè di Manuel e Christian Constardi