sabato 30 marzo 2013

BISCOTTINI AL LIMONCELLO




Nonostante le previsioni metereologiche di Pasqua non siano il massimo ci prepariamo lo stesso a passare delle belle giornate in famiglia all’insegna del relax.
Fiduciosa mi affaccerò alla finestra nella speranza che un pallido raggio di sole decida di illuminare le nostre giornate.
Vi auguro una buona Pasqua piena di serenità!

120 GR FARINA DI MANDORLE
80 GR FARINA DI POLENTA
100 GR FARINA 00 (sostituibile con farina di riso)
40 ML LIMONCELLO
1 UOVO
90 GR BURRO
100 GR ZUCCHERO
1 PIZZICO SALE

Ridurre lo zucchero a velo e unirlo a tutti i tipi di farine; fare una fontana e poi rompere l’uovo.
Unire il pizzico di sale e iniziare ad impastare, aggiungere pian piano il burro tagliato a pezzetti che deve essere molto freddo.
Continuando ad impastare velocemente unire anche il limoncello.
Formare una bella palla che lasceremo rassodare coperta in frigo per almeno due ore.
Trascorso il tempo riprendere l’impasto, stenderlo con il mattarello su un piano di lavoro infarinato e ricavare i biscottini a forma di campanelle.


giovedì 28 marzo 2013

RISOTTO AL PISTACCHIO CON FILETTI DI CEFALO


Domani è venerdì santo e secondo la tradizione cristiana non si dovrebbe mangiare carne.
Quale scelta più appropriata di un risotto sfizioso come questo alla crema di pistacchi e cefalo?!
Sfizioso ed elegante ma anche di facile esecuzione..


240 GR RISO CARNAROLI RISERVA SAN MASSIMO
1 CIPOLLA
60 ML VINO BIANCO
SALE
60 GR BURRO
BRODO VEGETALE Q.B

x la marinatura
1 LIMONE
OLIO

Pesto pistacchi
120 GR PISTACCHI SGUSCIATI
5 FOGLIE BASILICO
OLIO
SALE
1 MANCIATA PINOLI

300 GR NASELLO


Sgusciare i pistacchi, intanto mettere a bollire un pentolino con dell’acqua aggiungendo un po’ di sale.
Quando l’acqua bolle versare i pistacchi nel pentolino e lasciar cuocere per 1 minuto.
Scolarli, lasciarli raffreddare e poi frullarli con l’olio, basilico e pinoli e aggiustare di sale.
Pulire e sfilettare il pesce, ricavare dei filetti e risciacquare sotto l’acqua corrente, tamponare con carta assorbente e poi mettere a marinare con il succo di limone e olio.
Tenere da parte per almeno due ore prima di iniziare a fare il risotto.
In un tegame rosolare la cipolla tritata finemente, con 20 gr. di burro, tostare il riso e poi sfumare con il vino.
Appena è evaporato aggiungere e continuare la cottura unendo il brodo caldo, un mestolo alla volta.
Una volta che il riso è cotto, far mantecare la salsa di pistacchi e il resto del burro e rimpiattare e il pesce che si cuoce solo con il calore.



martedì 26 marzo 2013

A TAVOLA CON I FIGLI - SPIEDINI





E prima delle vacanze di Pasqua ritorna la rubrica "A tavola con i figli"con una ricetta simpatica e colorata adatta anche ai vostri pic-nic, sperando sempre nel bel tempo.
In fondo non perdetevi i consigli della nutrizionista Stefania Acquaro che vi proporra'anche un simpatico giochino!


250 CARNE DI VITELLO TRITATA
250 GR CARNE DI POLLO
40 GR MOLLICA PANE
MEZZO BICCHIERE LATTE
1 UOVO
POMODORINI CILIEGIA

Mescolate i due tipi di carne con la mollica ammorbidita nel latte e strizzata, l' uovo e le erbette.
Formare tante palline dalla forma di una noce, infarinarle leggermente e poi cuocerle in una pentola con un filo di olio.
Preparare gli spiedini alternando le polpette di carne con i pomodorini .
 



 Ecco i consigli della dietista..

La vista è il primo organo di senso che attiviamo quando ci viene presentato un alimento.
Colore, forma , dimensione ci danno delle indicazioni importantissime , ancora prima di sentire il profumo o il gusto di un cibo. Immaginate di essere davanti a una pasticceria con una vetrina molto ricca di dolciumi, a chi non è venuta l’acquolina in bocca?   Questo stimolo riflesso è stato studiato per la prima volta da Pavlov ed evidenzia come alla sola vista di un alimento, sicuramente e solo se gradito, si ha il curioso generarsi di saliva, definito generalmente acquolina in bocca.  Sicuramente questo accade anche con le sfiziose preparazioni che ci presenta sempre Lucia.
Un gioco che si può fare con i bambini più piccoli stimolandoli dal punto di vista visivo per  assaporare nuovi cibi  è diventa un artista con frutta e verdura”.   Mettetegli a disposizione della frutta e della verdura colorata, pulita e tagliata a pezzettini e aiutatelo a creare un pupazzo, un fiore, un paesaggio: usate la fantasia e assaggiate qualche alimento. Terminata la sua opera d’arte, fotografatela e appendete il suo quadro nella cameretta, questo lo aiuterà a conoscere ed apprezzare la  frutta e la verdura.
Buon appetito e buon divertimento
Stefania Dietista


Tratto da “MI NUTRO DI VITA” ed. liberodiscrivere.



domenica 24 marzo 2013

MOLLEAUX AL CIOCCOLATO BIANCO





A volte un blogger è preso da dubbi amletici se pubblicare o meno un post.
Le foto, sono sincera non mi convincevano particolarmente, tanto da cambiare il set due volte ma questa è effettivamente una delle torte più buone e più semplici mai fatte che effettivamente merita di essere pubblicata.
Motivo ulteriore di vanto è gluten free…; va bene si abbonda un po’ con il burro ma del resto ogni tanto ci sta!



4 UOVA
120 GR ZUCCERO
100 GR CIOCCOLATO BIANCO
100 GR BURRO
120 GR BISCOTTI TRITATI
120 GR FARINA DI COCCO
250 ML PANNA

Sciogliere a bagnomaria il cioccolato e tenere da parte.
 Mescolare poi tutti gli ingredienti con il mixer fino ad ottenere un composto non troppo solido, quindi mettere il tutto in forno a 180 gradi per circa 20 minuti.


venerdì 22 marzo 2013

#SOCIALCHEFPIEMONTE

Sono molto contenta di abitare in una regione, il Piemonte, con una forte valenza gastronomica, ottimi prodotti culinari e una ampia eccellenza di ristoratori tra cui molti stellati.
E’ necessario quindi dare voce a queste eccellenze, tramite i social media: da qui nasce #socialchefpiemonte, il circuito di appuntamenti targati Borsa Internazionale del Turismo Enogastronomico e organizzati in collaborazione con Carlo Vischi, direttore delle collane 30Gourmet di Trenta Editore e Immaginazione e Travel di Malvarosa Editore.
Con questa serie di incontri ed il coinvolgimento di bloggers e il passaparola sul web, si vuole che , che anche Piemonte possa sviluppare maggiori contenuti generati sia dagli utenti sia da chi nel territorio vive e opera”,.
L’operazione coinvolgerà diverse realtà nelle province di Asti, Torino, Cuneo, Novara, Alessandria e Vercelli con un duplice obiettivo: formare i ristoratori, favorendone l’ingresso sui social media, generando contenuti editoriali 2.0 legati al territorio e alle produzioni, alla cultura enogastronomica e alle sue peculiarità e a ciò che la distingue e la rende unica.
Visto che qualcuno doveva essere comunque il primo è capitato a Walter Ferretto, chef stellato del Cascinale Nuovo a Isola d’Asti: non può mancare quindi da parte mia una carrellata dei suoi piatti, giusto per invogliarvi a venire in Piemonte!





Millefoglie di lingua, fois gras e gelatina di porto

Baccala'in bianco scarola con pinoli e uvetta e polenta

Agnolotti del plin alle tre carni


Risotto agli asparagi con gelato di parmigiano reggiano 24 mesi

Cosciotto di agnello arrostito con pure'di sedano rapa

Geometrie di cioccolato


mercoledì 20 marzo 2013

BUDINI DI PARMIGIANO CON MANDORLE E MIELE



Si sa che noi italiani siamo fissati con gli antipasti che devono essere veloci e sfiziosi ma ovviamente un ottimo preludio per il pasto e quindi devono farci fare una ottima figura.
Per chi ama i formaggi vi propongo questi budini di parmigiano al miele, perfetto accompagnamento a salumi e a pane fragrante.



300 GR PARMIGIANO GRATTUGGIATO
250 ML PANNA FRESCA
2OO ML MASCARPONE
8 GR GELATINA IN FOGLIA
40 GR MANDORLE SPELLATE
MIELE DI CASTAGNO (Rigoni di Asiago)
PEPE



Mettere il parmigiano grattato in una ciotola mescolando con il mascarpone e la panna ed amalgamare con una frusta in modo da rendere il composto omogeneo.
Trasferire la crema in una ciotola e cuocere a bagnomaria e cuocerla per 7/8 minuti.
Trascorso il tempo togliere dal bagnomaria e lasciar raffreddare leggermente.
Unire la gelatina ammollata e strizzata e aggiungerla alla crema di parmigiano.
Mescolare finché  si sarà completamente sciolta.
Distribuire il composto ottenuto in stamponi individuali e lasciar raffreddare e farli rassodare.
Togliere i budini  dal frigo decorare con un filo di miele, i filetti di mandorle tostate e una generosa dose di pepe.